Deduzione o detrazione erogazioni liberali Covid 19 nella dichiarazione dei redditi

di Devis Nucibella

Pubblicato il 3 giugno 2021

Nel corso del 2020 sono stati introdotti una serie di interventi normativi volti ad agevolare le erogazioni liberali con la finalità di sostenere le misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19. Si tratta di detrazioni Irpef al 30% oppure deduzioni dal reddito d’impresa.
Vediamo di seguito come deve essere compilata la dichiarazione dei redditi per i contribuenti che hanno effettuato tali erogazioni liberali nel corso del 2020.

Erogazioni liberali Covid 19

detrazione erogazioni liberali covidGli articoli 66 e 99, del D.L. n. 18/2020, c.d. “Decreto Cura Italia”, hanno introdotto la possibilità di fruire di:

  • una specifica detrazione o deduzione
  • per le erogazioni liberali effettuate, sia in denaro che in natura,
  • per sostenere le attività di contenimento e gestione dell’emergenza COVID-19.

 

Erogazioni liberali Covid 19

Persone fisiche ed enti non commerciali

Detraibilità delle erogazioni liberali, effettuate nel 2020:

  • in favore di enti pubblici (Stato, regioni, etc.), fondazioni e associazioni nonché enti religiosi, per finanziare misure per il contenimento e gestione dell’emergenza Covid-19;
     
  • nella misura del 30%, per un importo non superiore ad € 30.000. Di conseguenza, la spesa massima agevolabile è pari ad € 100.000.

Le erogazioni possono essere in denaro o in natura: in quest'ultimo caso, vanno quantificate, in applicazione degli artt. 3 e 4, D.M. 28 novembre 2019, considerando il valore normale del bene (ex art. 9, TUIR).

Art. 66 comma 1 e 3  D.L. n. 18/2020

"1. Per le erogazioni liberali in denaro e in natura, effettuate nell'anno 2020 dalle persone fisiche e dagli enti non commerciali, in favore dello Stato, delle regioni, degli enti locali territoriali, di enti o istituzioni pubbliche, di fondazioni e associazioni legalmente riconosciute senza scopo di lucro, compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, finalizzate a finanziare gli interventi in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 spetta una detrazione dall’imposta lorda ai fini dell’imposta sul reddito pari al 30%, per un importo non superiore a 30.000 euro.

[...]

3. Ai fini della valorizzazione delle erogazioni in natura di cui ai commi 1 e 2, si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui agli articoli 3 e 4 del decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali 28 novembre 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 24 del 30 gennaio 2020”.

Titolari di reddito d’impresa

Un'impresa può fruire della deducibilità dal reddito d’impresa delle erogazioni liberali, in denaro e in natura, a sostegno delle misure di contrasto all’emergenza COVID-19, effettuate nel 2020, con le modalità previste dall’art. 27, Legge n. 133/99.

Tali erogazioni sono deducibili anche ai fini IRAP nell’esercizio in cui sono effettuate.

Anche in questo caso le erogazioni possono essere in denaro o in natura: in quest'ultimo caso, vanno quantificate, in applicazione degli artt. 3 e 4, D.M. 28 novembre 2019, considerando il valo