Lo scostamento non grave non pregiudica la regolarità del DURC

di Antonella Madia

Pubblicato il 6 maggio 2021



La presenza di posizioni debitorie non pregiudica il rilascio del Durc, quando tali debiti vengono ritenuti come uno scostamento non grave, ossia uno scostamento inferiore a 150,00 euro. Vediamo quali sono le possibili criticità della nuova disciplina

Scostamento non grave e ottenimento del DURC

scostamento non grave durcCome noto, il Decreto Ministeriale 30 gennaio 2015 ha introdotto il Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC), che deve essere richiesto in modalità telematica da parte del soggetto che ne ha interesse.

L'azienda infatti, quando va a richiedere il DURC, può scaricarlo (in caso di regolarità) in formato PDF non modificabile; ciò avviene solamente se il controllo centralizzato verifica che non sono presenti irregolarità che ostano al rilascio del documento.

Durante la fase di verifica automatizzata però ci sono controlli anche su particolari tipologie di irregolarità, le quali vengono “abbuonate” dalla normativa e che permettono comunque il rilascio di un Durc regolare (irregolarità non ostative): si pensi al caso dello scostamento non grave, tema sul quale è ritornato con nuove indicazioni l'Istituto Previdenziale.

La Fondazi