L’Agenzia Entrate aggiorna il Registro nazionale degli aiuti di Stato

di Vito Dulcamare Giuseppe Dulcamare

Pubblicato il 19 gennaio 2021

Alla fine del 2020 l’Agenzia delle entrate ha aggiornato il Registro nazionale degli aiuti di Stato sulla base di quanto dichiarato dai contribuenti, mediante la compilazione del quadro “Aiuti di Stato” per l’anno 2018.
L’aggiornamento ha riguardato anche gli aiuti de minimis automatici e semiautomatici in relazione ai quali i beneficiari si sono posti il dubbio della loro corretta attribuzione al triennio comprendente anche l’anno in cui è avvenuto l’aggiornamento del Registro.

Il Registro nazionale degli aiuti di Stato: quadro generale

Registro nazionale degli aiuti di StatoIl funzionamento del Registro nazionale degli aiuti di Stato[1] è previsto dall’art. 52 della Legge n. 234/2012 ed è regolamentato dal Decreto MISE 31 maggio 2017, n. 115, i quali chiariscono gli adempimenti cui sono tenuti tutti i soggetti che concedono o sovraintendono al controllo di agevolazioni e incentivi di qualunque genere, al fine di consentire il monitoraggio degli aiuti di Stato e, in particolare, degli aiuti de minimis.

In particolare, l’art. 9 del citato Decreto MISE impone all’amministrazione concedente di procedere alla registrazione dell'aiuto individuale prima della concessione dello stesso, attraverso una procedura informatica disponibile sul sito web del Registro.

In tal modo, ad esempio, oltre a garantire la trasparenza dell’aiuto, è possibile verificare il rispetto del limite degli aiuti de minimis.

Ciò nonostante, non sempre il RNA risulta completo in quanto, soprattutto in ambito tributario, vi sono molte agevolazioni di tipo automatico, cioè che non presuppongono una preventiva istanza esaminata dall’ente concedente, con la conseguenza che tali agevolazioni automatiche sfuggirebbero, quindi, al monitoraggio presso il RNA.

Per ovviare a tale lacuna informativa, il successivo art. 10, relativo agli aiuti non subordinati all’emanazione di provvedimenti di concessione, impone ai soggetti/enti che sovraintendono al funzionamento di aiuti automatici e semiautomatici (Agenzia delle entrate, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Enti previdenziali o assistenziali, ecc.) di provvedere all’aggiornamento del Registro.

Per quanto riguarda più specificatamente l’aggiornamento delle agevolazioni fiscali di tipo automatico in materia di imposte sui redditi e IRAP, fin dal 2018 è stato introdotto, nella dichiarazione dei redditi e in quella IRAP, il prospetto degli AIUTI DI STATO che i contribuenti interessati avrebbero dovuto compilare per segnalare gli aiuti di Stato automatici e gli aiuti de minimis automatici e semiautomatici, purché relativi ad agevolazioni di competenza dell’Agenzia delle entrate.

In tal modo, una volta acquisite le dichiarazioni fiscali, l’Agenzia delle entrate comunica al Registro nazionale degli aiuti di Stato le agevolazioni fiscali di tipo automatico maturate in capo ai beneficiari.

In particolare, ai sensi dell’art. 10 del D.M. n. 115/2017:

Gli aiuti fiscali aventi medesime caratteristiche (automatici) si intendono concessi e sono registrati nel Registro nazionale aiuti, ai fini del presente decreto, nell'esercizio finanziari