Bonus digitalizzazione delle case editrici: domanda entro il 20 novembre 2020

Scade il prossimo 20 novembre il termine per la presentazione della domanda per accedere al bonus digitalizzazione, introdotto dal Decreto Rilancio a favore delle case editrici che intendono avvalersi di servizi digitali per implementare l’offerta on line, sempre più richiesta in questo periodo di emergenza sanitaria. Andiamo alla scoperta di questo interessante incentivo.

Bonus digitalizzazione delle case editrici: premessa

L’art. 190 del D.L. Rilancio (D.L. 34/2020) riconosce un credito d’imposta pari al 30% della spesa sostenuta nel 2019 (c.d. bonus digitalizzazione) per l’acquisizione di servizi digitali, alle case editrici per i servizi digitali per il 2020, al fine di sostenere l’offerta formativa on line nel periodo di emergenza sanitaria.

Il D.P.C.M. 4 agosto 2020 stabilisce le modalità, i contenuti, la documentazione richiesta e i termini per la presentazione della domanda per l’accesso al beneficio.

La domanda può essere presentata entro il prossimo 20 novembre.

 

bonus digitalizzazione case editrici domanda

Ambito soggettivo  

L’agevolazione spetta alle imprese editrici di quotidiani e/o di periodici iscritte al Registro degli operatori di comunicazione (cd. “ROC”, gestito da AGCOM) che occupano almeno 1 dipendente a tempo indeterminato.

Inoltre, l’art. 2 D.P.C.M. 4 agosto 2020 individua gli ulteriori requisiti che devono essere rispettati.

  • sede legale in Italia o nella SEE;
     
  • residenza fiscale in Italia (o la presenza di una stabile organizzazione in Italia), cui sia riconducibile l’attività commerciale cui sono correlati i benefici;
     
  • attribuzione del codice di classificazione ATECO «58 Attività Editoriali»:
    • 58.13 (edizione di quotidiani);
    • 58.14 (edizione di riviste e periodici)

Non possono accedere all’agevolazione le imprese che beneficiano dei contributi diretti all’editoria, di cui all’art. 2, co. 1 e 2, L. 26/10/2016 n. 198 ed al D.Lgs. 15/05/2017 n. 70.

 

Ambito oggettivo 

Il credito d’imposta è pari al 30% della spesa sostenuta nell’anno 2019 per l’acquisizione dei servizi di:

  • server, hosting e manutenzione evolutiva per le testate edite in formato digitale;
     
  • information technology di gestione della connettività.

Manutenzione evolutiva

consiste in una interventi di analisi/progettazione ed implementazione, finalizzati ad adattare le componenti software e le funzioni di un sito web alle mutate esigenze degli utenti e ad implementare funzionalità e “moduli” completamente nuovi di un sito web (es: nuove funzioni di ricerca dei documenti; nuove funzioni per il collegamento deglu utenti; ecc.).

I.T. di gestione della connettività

progettazione e gestione di infrastrutture complesse di connettività (networking), di architetture in data center e di sicurezza di rete.

 

CERTIFICAZIONE DELLE SPESE

L’effettivo sostenimento delle spese deve risultare da apposita attestazione rilasciata dai soggetti:

  • legittimati a rilasciare il visto di conformità per le dichiarazioni fiscali (art. 35 D.lgs. 241/97);
     
  • o che esercitano la revisione legale (revisori iscritti all’apposito Registro o società di revisione).

 

Il credito d’imposta è alternativo e non cumulabile in relazione alle medesime voci di spesa, con ogni altra agevolazione prevista da norma statale, regionale o europea oltre che, come anticipato, con i contributi diretti di cui al D.lgs. 70/2017.

Il credito d’imposta è riconosciuto nel rispetto dei limiti di cui al Regolamento (Ue) n. 1407/2013 della Commissione UE, relativo agli aiuti de minimis.

 

Bonus digitalizzazione case editrici: presentazione della domanda

Per richiedere il beneficio, le società interessate devono inviare la domanda

  • per via esclusivamente telematica al Dipartimento per l’informazione e l’editoria (DIE);
     
  • tramite la procedura riservata del portale “impresainungiorno.gov.it”;
     
  • tra il 20 ottobre 2020 e il 20 novembre 2020.

bonus digitalizzazione case editrici

[CONTINUA]

 

A cura di Devis Nucibella

Giovedì 5 novembre 2020

 

Per proseguire nella lettura dell’articolo, apri il pdf qui sotto===>

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it