L’attività di ricerca e sviluppo e il manuale di Frascati: una lettura interpretativa e l’analisi di un caso

di Luca Marini

Pubblicato il 19 novembre 2020

Il Manuale di Frascati è un documento OCSE considerato fonte e strumento per l’identificazione delle attività di ricerca e sviluppo. In questo articolo vediamo come il Manuale di Frascati si può utilizzare nella predisposizione dei progetti di ricerca e sviluppo in Italia

credito imposta ricerca e sviluppo 2019Le attività di ricerca e sviluppo (R&S), sovente, sono incentivate con numerose leve dai governi di tutto il mondo. Il motivo è ovvio e noto: numerosi studi dimostrano l’esistenza di una correlazione diretta tra la spesa in R&S, intesa come percentuale del PIL e la crescita economica del paese.

L’Italia, riconoscendo l’importanza della R&S, non si sottrae al gioco degli stimoli fiscali ed attualmente tale attività è incentivata tramite il credito d’imposta, riconosciuto per le spese relative agli investimenti incrementali per R&S nell’ambito dell’attività d’impresa.

Non si vuole discutere, in questo articolo, della disciplina del credito d’imposta R&S, introdotta dall’articolo 3 del Decreto Legge 145/2013 e in vigore per il periodo 2015-2019, periodo dapprima prorogato al 2020 dalla Legge 232/2016 (c.d. Legge di Bilancio 2017) e successivamente modificato dall’articolo 1, commi 198–209, L. 160/2019 (c.d. Legge di Bilancio 2020) per l’anno 2020, ossia l’estensione dell’incentivo anche ad attività di innovazione tecnologica, di design ed ideazione estetica per i settori del Made in Italy.

 

Il Manuale di Frascati: questo sconosciuto

L’obiettivo di questo articolo è l’approfondimento del Manuale di Frascati e l’analisi di un caso pratico legato alle verifiche fiscali effettuate dall’Amministrazione Finanziaria riguardo alla legittimità del credito d’imposta usufruito da un’impresa. Verifiche che, come sappiamo, sono ancora possibili, visto l’orizzonte temporale di «scarto» cui gode l’amministrazione finanziaria nell’attività di controllo.

Il ragionamento logico induttivo e il flusso normativo seguito dai funzionari durante la verifica è stato il seguente:

  • articolo 3 del Decreto-legge 145/2013 (Credito d'imposta per attività di R&S);
  • relativo Decreto Ministeriale MEF/M