Studi professionali: Covid-19 e aiuti ai dipendenti ad opera dei fondi bilaterali

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 30 aprile 2020

Esaminiamo come stanno operando, in questo periodo di emergenza da Covid-19, i Fondi di solidarietà bilaterali, nati per tutelare i dipendenti dei singoli settori sia in caso di costanza del rapporto di lavoro sia in caso di sospensione o riduzione, che è il caso a cui stiamo assistendo in questi mesi...

aiuti dipendenti fondi bilateraliAiuti ai dipendenti e fondi bilaterali: premessa generale

Come noto i “Fondi di solidarietà bilaterali” hanno lo scopo di garantire aiuti ai dipendenti del settore di appartenenza con una specifica tutela in costanza di rapporto di lavoro nei casi di riduzione o sospensione dell’attività lavorativa (come ad esempio il periodo emergenziale Covid-19).

 

I fondi bilaterali nel settore professionale: cosa prevede il CCNL di riferimento

Il CCNL Studi Professionali (art. 13 del CCNL del 17 aprile 2015) ha previsto che i datori di lavoro che versano per i loro dipendenti i contributi alla bilateralità del settore di appartenenza possono benefiare di particolari prestazioni di assistenza.

Al fine di eseguire in modo corretto i versamenti dovuti dal datore di lavoro a seguito dell'iscrizione dei propri dipendenti alla bilateralità è utile ricordare quanto segue:

 

Modalità ed importi di versamento

Deve essere versato dal datore di lavoro per ciascun lavoratore mediante modello F24 sez. INPS con causale ASSP un importo di euro 22 per lavoratore per 12 mensilità (15 euro per CADIPROF e 7 euro per EBIPRO (di questi 2 euro sono a carico del lavoratore).


Nota

Per i lavoratori assunti a tempo parziale i ver