Decreto Liquidità: la garanzia di 25.000 euro per nuove imprese e cattivi pagatori - FAQ Video

In questo miniVideo FAQ dedicato alla garanzia di 25mila € del Decreto Liquidità, rispondiamo a dubbi relativi all’impresa neo-costituita e al caso del cattivo pagatore.

garanzia 25 mila euroDopo il primo Video FAQ che ha risolto alcuni dubbi relativi alla garanzia del Medio Credito Centrale da 25.000, continuiamo a parlare del Decreto Liquidità, puntando nuovamente il mouse sull’accesso alla garanzia.

 

Le domande a cui rispondiamo oggi sono:

  1. L’impresa neo-costituita può chiedere il finanziamento garantito da 25.000 euro?

  2. Il soggetto con rate arretrate sui finanziamenti, può chiedere il finanziamento di 25.000 euro?

 

Rispondiamo ai dubbi nel video.

 

 

 

Risposta al quesito sull’impresa neo-costituita

Come spiegato nel video, il caso dell’impresa neo-costituita presenta 2 sotto-casi:

  1. Impresa nata nel 2019, per la quale si dovranno dimostrare i ricavi su cui calcolare l’intervento del Fondo utilizzando documentazione idonea ad attestarli, in assenza di una dichiarazione dei redditi.
  2. Impresa nata nel 2020: in questo caso in assenza di ricavi da certificare bisognerà valutare l’accesso ad altre forme di Garanzia.

 

Risposta al quesito sul cattivo pagatore

In questo caso il decreto prevede il rilascio della garanzia al cliente che non abbia registrato prima del 31 gennaio 2020 “ritardi” nei pagamenti verso l’istituto finanziatore: in pratica si valuta solo l’inadempienza nei confronti della sola banca a cui si richiede il finanziamento.

Il cliente classificato a sofferenza dalla banca, quindi con debito non risanabile, non può accedere alla garanzia.

Gli eventuali scaduti e sofferenze risultano dalla Centrale Rischi della Banca d’Italia.

 

Guarda gli altri mini-video dedicati al Decreto Liquidità >>

 

A cura di Luca Salvetti e Giacomo Vandi

18 Aprile 2020

 

 

 

Analisi della Centrale Rischi Banca d’Italia
Servizio WEB

Come il sistema bancario vede la tua azienda

servizio di analisi della centrale rischi della banca d italia
La Centrale Rischi della Banca d’Italia è un documento fondamentale per identificare quelle azioni da compiere per migliorare il rating creditizio dell’impresa.

Grazie a ciò l’impresa può:

  • Aumentare la possibilità di accedere al credito
  • Acquisire maggior potere contrattuale nei confronti del Sistema Bancario

Tuttavia la Centrale Rischi è un documento pieno di codici, lungo e complesso, quindi difficile da interpretare per i non addetti ai lavori.

Richiedi il nostro servizio di analisi della tua Centrale Rischi: riceverai riceverai un dossier con la spiegazione e l’interpretazione di ciò che risulta dal PDF Centrale Rischi e scoprirai come le banche vedono la tua azienda e come puoi migliorare la tuo situazione!

 

APPROFONDISCI >>

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it