Manovra 2020: l’attuazione del Decreto Fiscale 124/2019 in pillole

Ecco i più importanti provvedimenti contenuti nel Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2020 riassunti in una pratica tabella (con link al testo coordinato del Decreto con la Legge di conversione).

L’attuazione del Decreto Fiscale 2020 in pillole
 

Di seguito una scheda con i provvedimenti, in materia fiscale, da emanarsi in attuazione delle norme di cui al decreto fiscale collegato Legge di bilancio 2020 (vedi testo coordinato con Legge di conversione)

Si ricorda comunque che tutti i termini previsti sono meramente ordinatori.

Tra le misure di particolare rilevanza si evidenziano fin d’ora le seguenti.

 

Accollo del debito d’imposta altrui e divieto di compensazione

 

provvedimenti decreto fiscale legge di bilancio 2020Il comma 2 dello Statuto del contribuente consente l’accollo del debito d’imposta altrui, senza tuttavia che ciò comporti la liberazione del contribuente originario.

Rispetto all’accollo previsto ai fini civilistici, le disposizioni sull’accollo tributario non consentono l’adesione del creditore.

L’articolo 1 del decreto disciplina dunque l’accollo del debito di imposta altrui, previsto dallo Statuto del contribuente, vietando esplicitamente il pagamento del debito accollato mediante compensazione.

Nel caso di violazione del divieto, il pagamento si considera non avvenuto e sono irrogate sanzioni differenziate per l’accollante e l’accollato.

In deroga alla disciplina generale, le sanzioni per la violazione del divieto di compensazione nell’accollo tributario sono irrogate entro l’ottavo anno successivo alla presentazione della delega di pagamento (in luogo di cinque anni dalla violazione).

 

Contrasto indebite compensazioni

 

L’articolo 3 del decreto mira a rafforzare il contrasto delle indebite compensazioni di crediti effettuate tramite modello F24.

In particolare, per i crediti maturati dal periodo d’imposta in corso al 2019, viene previsto che la compensazione del credito IVA, delle imposte sui redditi, addizionali, imposte sostitutive e IRAP, sia annuali sia relative a periodi inferiori all’anno, per importi superiori a 5.000 euro annui, possa essere effettuata dal decimo giorno successivo a quello di presentazione della dichiarazione o dell’istanza da cui il credito emerge.

Viene esteso inoltre l’obbligo di utilizzare modalità di pagamento telematiche tramite F24 a tutti i soggetti che intendono effettuare la compensazione e non solo ai soggetti titolari di partita IVA.

 

Ritenute e compensazioni in appalti e subappalti

 

L’articolo 4 dispone l’obbligo per il committente di richiedere all’impresa appaltatrice o affidataria e alle imprese subappaltatrici, obbligate a rilasciarla, copia delle deleghe di pagamento relative al versamento delle ritenute ai fini del riscontro dell’ammontare complessivo degli importi versati dalle imprese; stabilisce poi che il committente è tenuto a sospendere il pagamento dei corrispettivi maturati dall’impresa appaltatrice o affidataria nel caso di mancata trasmissione, o nel caso risultino omessi o insufficienti versamenti.

Si estende inoltre l’inversione contabile in materia di Iva (reverse charge) alle prestazioni effettuate mediante contratti di appalto, subappalto, affidamento a soggetti consorziati o rapporti negoziali comunque denominati, che vengono svolti con il prevalente utilizzo di manodopera presso le sedi di attività del committente e con l’utilizzo di beni strumentali di proprietà del committente.

 

Estensione sistema INFOIL

 

L’articolo 10 obbliga gli esercenti dei depositi fiscali di stoccaggio (con capacità non inferiore a 3.000 metri cubi) a dotarsi del cd. sistema INFOIL, ovvero di un sistema informatizzato per la gestione della detenzione e della movimentazione della benzina e del gasolio usato come carburante, entro il 30 giugno 2020.

 

Introduzione DAS telematico

 

L’articolo 11 affida a una determinazione del Direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli il compito di fissare tempi e modalità per introdurre l’obbligo, entro il 30 giugno 2020, di presentare esclusivamente in forma telematica il documento di accompagnamento doganale (ivi compreso il DAS – documento amministrativo semplificato) per la…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it