Questionario Antiriciclaggio – Quesito n. 1 – Lo studio professionale ha nominato il Responsabile Antiriciclaggio? Sì o No?

di Massimiliano De Bonis

Pubblicato il 12 dicembre 2019

In merito al questionario per l’adempimento degli obblighi di vigilanza sugli iscritti in materia di antiriciclaggio recentemente revisionato dal CNDCEC, al punto 5 del quesito n. 1 “Lo studio professionale ha nominato il Responsabile Antiriciclaggio?”, quando risulta necessario rispondere “SI”?
La parola all'esperto

studio professionale responsabile antiriciclaggio - Risposta al volo

 

 

 

Questionario antiriciclaggio nomina del responsabile

 

Questionario antiriciclaggio nomina responsabile: purtroppo la metodologia suggerita dal CNDCEC per l’assolvimento degli obblighi di vigilanza ricadenti sui singoli Organismi Territoriali non è priva di criticità ed imprecisioni.

Essa rende addirittura rischioso l’adempimento da parte dei professionisti iscritti che saranno chiamati a riscontrare l’invito alla compilazione.

Con specifico riferimento al punto 5 del quesito n.1, ad esempio, va rilevato quanto lo stesso risulti decisamente inopportuno nonché superfluo ai fini della verifica degli adempimenti di legge.

L’individuazione di un “Responsabile antiriciclaggio” all’interno dello studio professionale, non prevista da alcuna normativa ma esclusivamente dalle regole tecniche adottate dal CNDCEC, difatti è del tutto eventuale e subordinata al verificarsi di un elevato grado di rischio (“abbastanza significativo” o “molto significativo”) del proprio studio professionale, come misurato secondo le indicazioni di cui alla “Regola Tecnica n.1 – CNDCEC.

Ma giacché lo stesso CNDCEC ha ritenuto di dover prorogare all’anno 2020 tale adempimento di autovalutazione, ne consegue che per l’anno 2019 (in relazione al quale va fatto riferimento per la compilazione del questionario) nessun professionista potrebbe risultare tenuto alla formalizzazione di tale ruolo.

La risposta corretta pertanto risulterà in ogni caso la seguente (non sono tenuto):

Di contro, qualora il professionista rispondesse positivamente al detto quesito, potrebbe essere chiamato, con assunzione di responsabilità riguardo la veridicità delle risposte rese in fase di compilazione del questionario, a documentare la formalizzazione di tale funzione secondo quanto previsto nel “Manuale delle Procedure per gli Studi Professionali – CNDCEC” del Dicembre 2015.

 

A cura di Massimiliano De Bonis

Giovedì 12 dicembre 2019

 

***

Consulenza Antiriciclaggio per Studi Commerciali

consulenza antiriciclaggio per studi commerciali

Non è raro che gli studi commerciali abbiano difficoltà a gestire i molteplici adempimenti e le complesse verifiche relative all’antiriciclaggio.

Inoltre la legge punisce molto severamente errori o dimenticanze, il che genera legittima preoccupazione nel professionista che si trova ad affrontare una così complessa materia.

Se anche nel tuo studio permangono dubbi, scopri il servizio di consulenza per gli adempimenti Antiriciclaggio di CommercialistaTelematico, in collaborazione con Massimiliano De Bonis.

 

APPROFONDISCI >>

***

 
Chiedi una risposta al tuo quesito

Se qualcosa continua a non essere chiaro, su questo ed altri argomenti, il team di Commercialista Telematico è a Tua disposizione: per la risposta ai tuoi quesiti contatta i nostri esperti e chiedi un preventivo cliccando qui >