Redditi 2019: le cause di Esclusione dagli ISA

Sono obbligati alla compilazione degli Indici ISA tutti i contribuenti titolari di Partita Iva (impresa/lavoro autonomo) che svolgono come “prevalente” un’attività per la quale risulti approvato un apposito studio di affidabilità e che non presentino cause di esclusione.

Procediamo quindi con l’analisi caso per caso proprio di queste cause di esclusione dalla compilazione degli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale.

ISA indici sintetici di affidabilità fiscaleCome noto, sono obbligati alla compilazione degli Indici ISA tutti i contribuenti titolari di Partita Iva (impresa/lavoro autonomo) che svolgono come “prevalente” un’attività per la quale risulti approvato un apposito ISA e che non presentino cause di esclusione.

Procediamo quindi con l’analisi proprio di queste cause di esclusione dalla compilazione degli Indici Sintetici di Affidabilità fiscale.

 

Lo scopo degli ISA – Indici Sintetici di Affidabilità fiscale

 

Gli ISA sono costituiti da indicatori elementari di sintesi aventi lo scopo di verificare la normalità e la coerenza della gestione, con il fine ultimo di riuscire a esprimere (in una scala da 1 a 10) il grado di affidabilità fiscale dei contribuenti.

 

I benefici sulla base del punteggio ISA raggiunto

I soggetti che applicano gli ISA, a seconda del voto raggiunto anche tramite adeguamento, hanno diritto ad un regime premiale, ovvero ai seguenti benefici come disposto dall’art. 9-bis del D.L. n. 50/2017:

  1. esonero dall’apposizione del visto di conformità per la compensazione di crediti per un importo non superiore a euro 50.000 annui relativamente all’IVA dal periodo 2019 (euro 20.000 per le imposte dirette/IRAP dal periodo 2018); voto almeno pari a 8;
  2. esonero dall’apposizione del visto di conformità ovvero dalla prestazione della garanzia per i rimborsi IVA per un importo non superiore a euro 50.000 annui (dal periodo 2019); voto almeno pari a 8;
  3. esclusione dell’applicazione della disciplina delle società non operative e delle società “in perdita sistematica”; voto almeno pari a 9;
  4. esclusione degli accertamenti analitico-induttivi basati sulle presunzioni semplici; voto almeno pari a 8,5;
  5. anticipazione di almeno 1 anno, con graduazione in funzione del livello di affidabilità, dei termini di decadenza per l’attività di accertamento; voto almeno pari a 8;
  6. esclusione della determinazione sintetica del reddito complessivo ex art. 38, D.P.R. n. 600/1973, a condizione che il reddito complessivo accertabile non ecceda di 2/3 il reddito dichiarato; voto almeno pari a 9.

 

Punteggi ISA ritenuti indice di inaffidabilità

Secondo il Provvedimento Direttoriale 10/05/2019, i contribuenti con un punteggio sintetico di affidabilità fiscale fino a 6 saranno ritenuti inaffidabili ai nuovi indicatori (il rischio è di essere inseriti in apposite liste selettive per futuri controlli dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza come disposto dal Decreto Legge n.50-2017).

 

Punteggi ISA ritenuti indice di neutralità fiscale

I contribuenti che otterranno, naturalmente o per adeguamento, un punteggio maggiore di 6 ma inferiore a 8 si troveranno invece all’interno di un intervallo di neutralità fiscale (non vi è rischio di controllo fiscale ma non si ha diritto al regime premiale che è invece previsto per i punteggi maggiori).

 

Contribuenti minimi e forfettari

contribuenti “minimi” (decreto legge n. 98/2011) e i contribuenti “forfetari” (Legge n. 190/2015) sono esclusi dall’applicazione degli Isa.

 

 

Analisi delle cause di esclusione dagli ISA

 

Le cause di esclusione dagli indici ISA vanno indicate nell’apposita casella dei quadri del reddito d’impresa (RG o RF) o professionale (RE) del modello Redditi di riferimento.

Nota: in materia di compilazione dei modelli ISA, a differenza degli studi di settore, non è prevista la compilazione della modulistica ai soli fini statistici; solo per il caso di multi-attività (ricavi da attività secondarie superiore al 30% dei ricavi complessivi) è prevista la compilazione “ai fini statistici” del modello ISA (si è comunque esclusi dalla loro applicazione) mentre in tutti gli altri casi la compilazione risulta esclusa.

 

Causa 1 – Inizio nuova attività

Il soggetto che ha iniziato l’attività nel 2018 è escluso dalla compilazione del modello ISA causa “1” .

Ai fini dell’inizio dell’attività non fa fede l’apertura della partita IVA o la…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it