Registro dei Compro oro – guida pratica (iscrizioni entro 2 ottobre 2018)

di Celeste Vivenzi

Pubblicato il 1 ottobre 2018



Un recente Decreto Legislativo ha introdotto, per le attività che esercitano compravendita di oggetti preziosi usati e permuta degli stessi, l'istituzione di un apposito registro e, entro 30 giorni dalla data di istituzione del registro stesso, i soggetti interessati devono presentare istanza di iscrizione in via telematica. Il registro è operativo dal 3 settembre scorso

registro dei compro oroPremessa generale

Come noto il Decreto Legislativo n. 92/2017 ha introdotto per le attività che esercitano compravendita di oggetti preziosi usati e permuta degli stessi l'istituzione di un apposito registro, il Registro dei compro oro, ed entro 30 giorni dalla data di istituzione del registro stesso, i soggetti interessati devono presentare istanza di iscrizione in via telematica (il registro diventerà operativo dal 3 settembre 2018 e le iscrizioni dovranno concludersi entro il 2/10/2018).

Nota: il registro è gestito dall'Oam (Organismo degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi) e con la circolare n. 30/2018 è stato anche determinato il contributo per l'iscrizione al registro (tutte le domande di iscrizione dovranno essere presentate entro e non oltre il 2 ottobre 2018 e chi non avrà provveduto all'adempimento nei termini di Legge e pagato i contributi dovrà interrompere la compravendita e l'attività di permuta di oggetti preziosi usati).

LA NORMATIVA GENERALE PREVISTA PER I COMPRO ORO

A decorrere dal 05/7/2017 l’attività dei compro oro è stata modificata dal Decreto Legge n. 92/2017 prevedendo, in buona sostanza, quanto segue:

  • istituzione del Registro dei Compro Oro gestito dall’Organismo degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi (cd. “OAM”);
  • obbligo di identificare il cliente e verificare la sua identità attraverso un documento d'identità;
  • abbassamento del limite all'uso del contante ad euro 500,00, a prescindere che l'acq