Il lavoro occasionale degli steward negli impianti sportivi

l’INPS ha fornito le istruzioni operative per l’utilizzo delle prestazioni occasionali da parte delle società sportive, con riferimento alle prestazioni rese dagli steward negli impianti sportivi. Tali figure professionali possono essere regolarmente impiegate nelle società sportive mediante l’utilizzo del “Libretto famiglia”, garantendo piena attuazione normativa rispetto a quanto stabilito dal Legislatore con la Legge di Bilancio 2018. Per potersi avvalere del nuovo strumento di pagamento, gli utilizzatori dovranno espletare alcuni adempimenti preliminari e confrontarsi con alcune novità che è bene riepilogare attentamente per evitare di cadere nella sanzione della trasformazione del rapporto di lavoro in uno di tipo subordinato a tempo pieno e indeterminato

stewardCon la Circolare n. 95 del 14 agosto 2018, l’INPS ha fornito le istruzioni operative per l’utilizzo delle prestazioni occasionali da parte delle società sportive di cui alla L. 23 marzo 1981, n. 91, con riferimento alle prestazioni rese dagli steward negli impianti sportivi.

Tali figure professionali possono essere regolarmente impiegate nelle società sportive mediante l’utilizzo del cd. “Libretto famiglia”, garantendo piena attuazione normativa rispetto a quanto stabilito dal Legislatore con l’art. 1, comma 368, della L. 27 dicembre 2017, n. 205 (Legge di Bilancio 2018).

Per potersi avvalere del nuovo strumento di pagamento, gli utilizzatori dovranno espletare alcuni adempimenti preliminari e confrontarsi con alcune novità che è bene riepilogare attentamente per evitare di “cadere” nella sanzione della trasformazione del rapporto di lavoro in uno di tipo subordinato a tempo pieno e indeterminato.

Premessa

La Legge di Bilancio 2018 (L. 27 dicembre 2017, n. 205) all’art. 1, comma 368, è intervenuta all’interno del corpus normativo dell’art. 54-bis del D.L. 24 aprile 2017, n. 50, convertito in L. 23 giugno 2017, n. 96, aggiungendo la lettera c-bis, da cui consegue che nella disciplina delle prestazioni di lavoro occasionale possono essere riconosciute anche le attività rese da steward negli impianti sportivi di cui alla L. 23 marzo 1981, n. 91.

La richiamata Legge include nell’alveo della nuova disciplina del lavoro occasionale tutte le attività di cui al Decreto del Ministro dell’Interno 8 agosto 2007, tra le quali rientra esclusivamente l’organizzazione delle competizioni sportive nei complessi e negli impianti sportivi con capienza superiore a 7.500 posti, nei quali si svolgono partite ufficiali delle squadre di calcio professionistiche.

Utilizzo del “Libretto famiglia”

Come anticipato in premessa, gli steward potranno essere pagati mediante il “Libretto famiglia”, che è un nuovo strumento di pagamento – insieme al Contratto di prestazione occasionale (Cpo) – introdotto dall’art. 54-bis del D.L. 24 aprile 2017, n. 50 il  quale ha sostituito i “vecchi” buoni lavoro (ex voucher).

Lo strumento di pagamento può essere utilizzato esclusivamente da persone fisiche, non nell’esercizio dell’attività professionale o d’impresa, e si presenta come un libretto prefinanziato, che l’utilizzatore deve valorizzare telematicamente (ovvero presso gli uffici postali) prima di avvalersi della prestazione lavorativa del prestatore.

Per ogni ora di lavoro spetta un compenso lordo di 10 euro, così composto:

  • compenso netto del prestatore: 8,00 euro;
  • contribuzione IVS alla Gestione separata INPS: 1,65 euro;
  • premio assicurativo INAIL: 0,25 euro;
  • finanziamento degli oneri di gestione: 0,10 euro.

A fini meramente operativi, l’utilizzatore non dovrà effettuare alcuna comunicazione preventiva, come avviene invece per il Contratto di prestazione occasionale: infatti al termine della prestazione lavorativa, e comunque non oltre il terzo giorno del mese successivo a quello di svolgimento della prestazione stessa, l’utilizzatore tramite la piattaforma telematica INPS o avvalendosi dei servizi di contact center messi a disposizione dall’INPS, è tenuto a comunicare:

  • i dati identificativi del prestatore;
  • il luogo di svolgimento della prestazione;
  • il numero di titoli utilizzati per il pagamento della prestazione;
  • la durata della prestazione;
  • l’ambito di svolgimento della prestazione;
  • altre informazioni per la gestione del rapporto.

Adempimenti preliminari e versamento mediante mod. F24

Prima ancora di impiegare il prestatore di lavoro, le società sportive sono chiamate a registrarsi sul sito INPS, utilizzando l’apposito servizio “Prestazioni Occasionali”, operativo già dal 6 settembre 2018. Dopodiché è necessario alimentare il proprio portafoglio telematico, attraverso il versamento della provvista necessaria per finanziare il compenso…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it