Impresa familiare: la partecipazione agli utili del familiare convivente

Pubblicato il 3 novembre 2017

la recente Legge Cirinnà, che definisce le unioni civili, ha modificato il TUIR nella parte che riguarda la partecipazione agli utili derivanti da impresa familiare da parte del convivente

Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook di approfondimento, formulari e videoconferenze accreditateL’Agenzia delle entrate ha fornito i primi chiarimenti riguardanti il nuovo articolo 230–ter del codice civile introdotto dalla legge n. 76/2016, avente ad oggetto la disciplina delle unioni civili e le convivenze di fatto.

La risoluzione n. 134/E del 2017 ha chiarito che il reddito spettante al convivente di fatto, derivante dalla partecipazione agli utili dell’impresa familiare dell’altro convivente, è imputabile in base alla quota di partecipazione dallo stesso posseduta.

Prima dei chiarimenti intervenuti con il documento di prassi citato era lecito dubitare sulla possibilità di applicare l’art. 5 del TUIR la cui rubrica è “Redditi prodotti in forma associata”. I dubbi traevano origine dalla lettura testuale della