Formazione continua dei revisori legali: per i crediti del 2017 è possibile il recupero nel 2018


Corso Revisione PMI 2017 | Commercialista TelematicoNuove istruzioni per la formazione continua dei revisori legali arrivano dalla Ragioneria dello Stato che detta indicazioni operative; il MEF è del parere che per il 2017 è prevista una flessibilità poiché saranno ritenuti utili, ai fini della maturazione dei 20 crediti richiesti dalla legge (per il 2017), tutti i corsi e gli eventi formativi erogati dai canali di formazione autorizzati che si siano svolti entro il 31 dicembre 2018, purché conformi al programma ministeriale 2017.

***

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato – con la nota prot. 189713 del 19 ottobre 2017, ad oggetto “Nuove istruzioni in materia di formazione continua dei revisori legali iscritti nel Registro, ai sensi dell’art. 5 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, come modificato dal decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135”, ha fornito nuove istruzioni in merito alla formazione continua dei revisori legali.

La formazione continua costituisce un obbligo generalizzato per tutti coloro che esercitano attività professionali.

Per quanto riguarda la revisione legale dei conti e dei conti consolidati, la direttiva 2006/43/CE, come modificata dalla direttiva 2014/56/UE, demanda alla formazione continua il compito di assicurare l’adeguatezza della preparazione professionale di coloro che svolgono incarichi di revisione, contribuendo in tal modo all’elevata qualità della revisione dei bilanci.

La normativa nazionale e, in particolare, l’articolo 5, del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, come modificato dal decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135, ha introdotto per tutte le persone fisiche iscritte al registro l’obbligo di prendere parte a programmi di aggiornamento professionale, conformemente alla disciplina che nel seguito si richiama.

Disciplina della formazione continua dei revisori legali

L’adempimento dell’obbligo formativo è cadenzato su un arco temporale triennale, durante il quale ciascun iscritto deve conseguire almeno 60 crediti formativi, in ragione di almeno 20 crediti formativi per ciascun anno.

Il credito è l’unità di misura dell’impegno richiesto dall’apprendimento e dal mantenimento delle conoscenze professionali ai fini dell’assolvimento degli obblighi formativi, coerentemente alle metodologie proprie dell’istruzione superiore.

Nell’anno 2017 e in attesa di affinare, nei futuri esercizi, la politica formativa dei revisori legali, si assume che un’ora di partecipazione a corsi, programmi o altre occasioni di formazione equivalga all’acquisizione di un credito, a prescindere dall’eventuale espletamento di prove conclusive o di esercitazioni individuali o collettive programmate all’interno di ciascuna proposta formativa.

L’obbligo di cui trattasi, ai sensi dell’art. 27, c. 4, del D.Lgs. n. 135/2016, decorre dall’1 gennaio 2017. Anche il primo triennio formativo 1 gennaio 2017 – 31 dicembre 2019 decorre pertanto da tale data.

PARTECIPA ALLE NOSTRE VIDEOCONFERENZE IN TEMA DI REVISIONE LEGALE

Continua nel PDF…


Partecipa alla discussione sul forum.