Fra vecchio e nuovo spesometro, tutto per individuare comportamenti fraudolenti

Pubblicato il 12 aprile 2017

stiamo inviando gli ultimi spesometri annuali 2016... e fra poco sarà già tempo dei nuovi spesometri infrannuali 2017: cerchiamo di capire l'utilità di tale strumento per “intercettare” possibili comportamenti fraudolenti

spesometroIl 10 aprile è stata l’ultima scadenza relativa al vecchio spesometro relativa ai contribuenti che liquidano l’Iva mensilmente. Invece i contribuenti che liquidano l’Iva con periodicità trimestrale dovranno osservare l’adempimento entro la data del 20 aprile prossimo.

La comunicazione delle operazioni riguarda i dati relativi al periodo di imposta 2016. Nel 2017 si applicano le nuove regole previste dal D.L. n. 193/2016. Non solo cambierà la periodicità di invio dei dati, ma anche i contenuti delle informazioni saranno molto diversi.

La prima osservazione riguarda l’effettiva idoneità (o inidoneità) dello strumento ad “intercettare” possibili comportamenti fraudolenti. Ad esempio Tizio potrebbe aver emesso una fattura di importo rilevante senza procedere, successivamente, alla registrazione del documento. In tale ipotesi, il soggetto acqu