V@L n. 6 – verifiche lavoro: controlli ispettivi sempre più penetranti

Controlli ispettivi sempre più penetranti.
I funzionari entrano oggi sempre più nell’intimo dell’organizzazione aziendale, incidendo sulle scelte datoriali, anche quelle relative all’applicazione dei contratti collettivi. Al punto che i funzionari decidono quale CCNL deve adottare l’azienda. E’ possibile?

Come molte aziende sanno, anche le trasferte sono un usuale terreno di contesa con gli ispettori. Questa volta oggetto di attenta considerazione sono le conseguenze indirette del loro disconoscimento. Per esempio, per quanto concerne le registrazioni sul libro unico del lavoro e le relative sanzioni. Spesso meno gravi di quanto pretendono gli ispettori.

Occhi puntati sui titoli esecutivi creati dagli ispettori. La convalida della diffida accertativa permette ai lavoratori di agire subito con precetto per i propri crediti. Ma il titolo può essere paralizzato con il ricorso più idoneo.
In materia di sicurezza, quando scatta –come facilmente- un reato, si può rimediare. Meglio sanare ed evitare le conseguenze di un procedimento penale. Occorre però sfruttare l’occasione offerta dagli ispettori: i quali, per la Cassazione, non hanno obbligo di notificare ritualmente l’ammissione alla regolarizzazione.

La recente normativa sul distacco transnazionale, riscrive il ruolo e l’azione degli ispettori. Check list di indagini mirate, nuovi adempimenti e sanzioni rinnovate, intendono garantire la parità delle condizioni per il lavoratore. Anche grazie a un più dinamico sistema di cooperazione internazionale.
Prevenzione, analisi aziendali e, soprattutto, assistenza e fiducia ai professionisti. Ecco come l’affidamento alle persone giuste può evitare i peggiori rischi delle verifiche ispettive.

Continua a leggere nel PDF: compila il seguente form per riceverlo nella tua casella di posta elettronica

Inserisci la tua email (richiesto)

Dichiaro di aver letto la Privacy Policy e acconsento al trattamento dei dati personali


Partecipa alla discussione sul forum.