E’ legittimo l’avviso di accertamento al socio che rinvia per relationem a quello societario

di Gianfranco Antico

Pubblicato il 15 settembre 2016

in caso di accertamento su società a ristretta base proprietaria, è legittimo l'avviso di accertamento nei confronti del socio motivato per relationem sul PVC irrogato nei confronti della società

penna ocaCon la sentenza n. 13094 del 24 giugno 2016 (ud. 10 giugno 2015) la Corte di Cassazione ha ritenuto legittimo l'avviso di accertamento del socio che rinvia per relationem a quello societario.

Il processo

Il contribuente ha proposto ricorso per cassazione nei confronti della sentenza della Commissione tributaria regionale del Lazio che, rigettandone l'appello, ha confermato la fondatezza della pretesa avanzata con l'avviso di accertamento ai fini dell'IRPEF per il 1998, relativa all’imputazione degli utili accertati a carico della società a ristretta base azionaria.

Il giudice d'appello, ha osservato, con riguardo alla doglianza relativa alla mancata allegazione dell'avviso di accertamento riguardante la società di capitali partecipata all'atto impositivo impugnato, “che il contribuente, date le caratteristiche della società, era stato messo in condizione di esercitare pienamente il proprio diritto di difesa, e che avrebbe potuto esercitare sulla base delle indicazioni contenute nell'avviso notificatogli, il proprio diritto di accesso agli atti, in base al principio generale relativo a tutti gli atti della pubblica amministrazione”.

Motivi della decisione

Per la Corte i motivi addotti dal contribuente, che denunciava, di fatto, l’omessa motivazione in ordine alla mancata conoscenza dell'atto impositivo emesso nei confronti della società, sono inf