La permuta e operazioni permutative: riflessi ai fini IVA

Aspetti generali
Oltre alle cessioni e in generale alle operazioni a titolo oneroso, assumono rilevanza ai fini tributari, in particolare per quanto riguarda i profili IVA, sia le permute [in cui un bene viene scambiato con un altro bene], sia le operazioni permutative [cessione di bene contro prestazione di servizi, ovvero scambio tra prestazioni di servizi].
Sotto il profilo civilistico, la permuta si pone – ex art. 1552, c.c. – come il contratto che ha per oggetto il reciproco trasferimento tra le due parti della proprietà di cose, o di altri diritti. L’art. 11, D.P.R. 26.10.1972, n. 633, tratta delle operazioni permutative in ambito IVA.
Lo schema contrattuale della permuta si realizza mediante la manifestazione del consenso dei contraenti [in attuazione del principio consensualistico]. Rispetto al contratto di compravendita, la più notevole peculiarità del contratto di …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it