Reverse e charge e consorzi: a che punto siamo?

La legge di Stabilità del 2016 ha esteso l’applicabilità dell’inversione contabile per le prestazioni rese dalle società consorziate nei confronti del relativo consorzio. La disposizione è teoricamente in vigore, ma in concreto l’efficacia è ancora sospesa essendo necessario il via libera della Commissione europea.
Il legislatore è intervenuto con l’approvazione dell’art. 1, comma 128 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, che ha ampliato l’ambito applicativo del reverse charge aggiungendo nel corpo dell’art. 17, comma 6 in rassegna, la nuova lettera a – quater).
La nuova norma è applicabile subordinatamente alla sussistenza dei presupposti ivi previsti. In primis è necessario che il consorzio, che beneficia delle prestazioni rese dalle consorziate, si sia reso aggiudicatario di una commessa nei confronti di un ente pubblico al quale il predetto consorzio è …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it