Regime forfettario: il limite di valore per i beni strumentali e l’eventuale superamento

Pubblicato il 26 aprile 2016

Il nuovo regime forfettario è profondamente diverso rispetto al precedente regime dei minimi, una delle diversità riguarda le modalità di determinazione del limite del costo dei beni strumentali quale condizione essenziale per accedere al forfait

forte-immagineL’Agenzia delle entrate è intervenuta recentemente con una corposa circolare (n. 10/E del 2016) con l’intento di fornire i primi chiarimenti relativi al nuovo regime forfettario previsto dalla legge n. 190/2014. Il nuovo regime, contrariamente a quanto si può affermare a prima vista, è profondamente diverso rispetto al precedente regime dei minimi.

Una delle diversità riguarda le modalità di determinazione del limite del costo dei beni strumentali quale condizione essenziale per accedere al forfait.

Nel regime dei minimi la soglia era inferiore ed ammontava a 15.000 euro. Inoltre si doveva fare riferimento all’ammontare complessivo dei beni strumentali relativi al triennio precedente. Il periodo di riferimento era dunque