Contribuenti forfettari: il limite per i beni strumentali

Pubblicato il 14 aprile 2016

il regime dei contribuenti forfettari è sempre più in voga fra le nuove partite IVA; in questo articolo analiziamo il limite di legge che riguarda i beni strumentali: ricordiamo che se il contribuente forfettario utilizza beni strumentali per un valore maggiore di € 20.000 perde il diritto a rimanere nel regime agevolato

forte-immagineL’Agenzia delle entrate ha fornito con la Circolare n. 10/E del 4 aprile scorso numerosi chiarimenti relativi al regime dei contribuente forfettari previsto dalla legge n. 190/2014, applicabile agli imprenditori individuali e ai lavoratori autonomi. Alcuni dei chiarimenti riguardano le condizioni per poter accedere e permanere nel predetto regime.

Uno dei problemi affrontati riguarda il costo complessivo dei beni strumentali il cui costo, assunto al lordo degli ammortamenti, non deve superare alla data di chiusura dell’esercizio l’importo di 20.000 euro.

Il primo punto affrontato, anche se non necessitava di chiarimenti, riguarda l’esplicita esclusione prevista dalla norma dei beni immobili “comunque acquisiti”. Pertanto, diversamente