Compensazioni orizzontali superiori a 15.000 euro: il visto di conformità

di Federico Gavioli

Pubblicato il 5 aprile 2016



è stato esteso l'’obbligo di apposizione del visto di conformità alle compensazioni dei crediti concernenti le imposte sui redditi, le relative addizionali, le ritenute alla fonte, le imposte sostitutive delle imposte sul reddito e l’imposta regionale sulle attività produttive, qualora gli importi siano superiori ad euro 15.000 annui

[blox_button text="Abbiamo a disposizione una check list al visto di conformità " link="https://www.commercialistatelematico.com/ecommerce/gestione-del-visto-di-conformita-iva-2016-check-list-manuale-pratico.html" target="_self" button_type="btn-default" icon="" size="btn-md" /]

iva_immagineIl Legislatore ha esteso l’obbligo di apposizione del visto di conformità alle compensazioni dei crediti concernenti le imposte sui redditi, le relative addizionali, le ritenute alla fonte, le imposte sostitutive delle imposte sul reddito e l’imposta regionale sulle attività produttive, qualora gli importi siano superiori ad euro 15.000 annui; la norma prevede altresì che, in alternativa, la dichiarazione può essere sottoscritta da parte dei soggetti che esercitano il controllo contabile per i contribuenti di cui all’articolo 2409-bis del codice civile; per poter effettuare le compensazioni cd. “orizzontali” derivanti dal credito annuale IVA, per importi superiori a 15.000 euro annui, è necessario attendere il mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione... SCARICA L'INTERO DOCUMENTO...

Scarica il documento