I limiti della SRL semplificata

L’art. 2463-bis c.c. (introdotto dall’art. 3 del decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, in legge 24 marzo 2012, n. 27) prevede la possibilità di costituire una società di capitali nelle forme della società a responsabilità limitata ma con alcune semplificazioni nella struttura organizzativa e patrimoniale.

Due aspetti occorre, preliminarmente, evidenziare:

– il primo (che i più non hanno colto) è che la srl semplificata non è una srl normale con costi di costituzione ridotti, ma una srl con facoltà e funzionalità ridotte rispetto alla srl ordinaria dove le riduzioni dei costi di costituzione (esenzione da diritto di bollo e di segreteria ed esclusione di onorari notarili) sono solo un’agevolazione per coloro che vogliono utilizzare tale forma di società semplificata (rectius: con facoltà ridotte);

– il secondo è che non è più il capitale minimo a distinguere la srl ordinaria da quella semplificata, in quanto con l’introduzione del nuovo quarto comma dell’art. 2463 del codice civile (ad opera dell’art. 9, comma 15 ter, del decreto legge 28 giugno 2013, n. 76, convertito, con modificazione, in legge 9 agosto 2013, n. 99), anche la srl ordinaria può avere un capitale minimo di 1 Euro, senza però le limitazioni della srl semplificata e senza le agevolazioni nei costi di costituzione.

In definitiva la srl semplificata è caratterizzata dalle proprie limitazioni strutturali, che la rendono un format ottimale per tutti coloro che, pur volendo che per le obbligazioni sociali risponda soltanto la società e non anche il socio con il proprio patrimonio (art. 2462 c.c.), non hanno bisogno di pattuizioni particolari nella regolamentazione sociale (è, quindi, una valida alternativa all’impresa individuale ed alle società di persone, se si accettano i maggiori costi annuali di gestione della srl), mentre risulta inidonea per coloro che richiedono una struttura sociale più complessa e costruita su misura per le loro esigenze nonché per coloro che devono avvalersi di agevolazioni o altre provvidenze previste da normative speciali che richiedono l’introduzione di clausole ad hoc negli atti costitutivi e negli statuti.

Esaminiamo, quindi, le limitazioni della srl semplificata, che possono distinguersi in due categorie: A) limitazioni testuali previste nell’articolo 2463-bis del codice civile; B) limitazioni derivanti dalla “inderogabilità” del modello standard approvato dal Ministero della Giustizia.

A) Limitazioni testuali

A.1) I soci

Soci della srl semplificata possono essere solo persone fisiche, con esclusione quindi di ogni soggetto non fisico (persone giuridiche, soggetti giuridici ed enti di qualsiasi natura); non è, invece, più di ostacolo l’età dei soci in quanto, seppur la srl semplificata sia inizialmente nata come format rivolto solo agli under 35, è stata successivamente estesa a soci di qualunque età.

A.2) Natura dei conferimenti

I conferimenti devono farsi esclusivamente in denaro (con integrale versamento in sede di costituzione) con un limite massimo di Euro 9.999,99 e sono esclusi conferimenti in natura (di beni o di servizi o di crediti).

B) Limitazioni derivanti dalla “inderogabilità” del modello standard (valide fintanto che non sarà approvato un diverso modello da parte del Ministero della Giustizia)

B.1) Finanziamenti dei soci

La disciplina della srl semplificata non pone alcun limite di ammissibilità al finanziamento “in conto capitale” da parte dei soci, in quanto si tratta in realtà di un versamento eseguito dai soci e acquisito definitivamente dalla società, che non è tenuta a pagare alcun interesse e senza obbligo di restituzione al socio “finanziatore”.

E’, invece, fortemente discutibile la compatibilità della disciplina della srls con la disciplina dei finanziamenti ordinari dei soci in favore della società.

Preliminarmente è necessario ricordare che:

A) l’articolo 11 del d.lgs. 1 settembre 1993, n. 385 (Testo Unico Bancario) prevede:

1. Ai fini del presente…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it