Decreto Sblocca Italia: il limite alla deduzione per la costruzione di fabbricati da affittare

di Nicola Forte

Pubblicato il 6 settembre 2014

analizziamo più in dettaglio quali sono i limiti all'agevolazione fiscale destinata alla costruzione di fabbricati abitativi da adibire a locazione: ecco come quantificare la deduzione e quale è il limite massimo che può raggiungere l'agevolazione, si tratta di una delle principali agevolazioni fiscali del decreto Sblocca Italia

Il bonus fiscale contenuto nel Decreto c.d. sblocca Italia per l’acquisto di immobili di tipo residenziale, concessi successivamente in locazione, è attribuito all’acquirente sulla base di una norma di difficile lettura.

Tralasciando, almeno in questa fase, l’esame delle condizioni che fanno sorgere il diritto a fruire dell’agevolazione, ulteriori dubbi riguardano il computo della deduzione. Infatti, la norma prevede che il beneficio spetta in misura pari al 20% del prezzo di acquisto (o di costruzione) dell’immobile, nel limite massimo di spesa di 300.000 euro. Tuttavia, “La deduzione può essere fruita per l’acquisto o realizzazione anche di un secondo immobile da destinare alla locazione, fermo restando il limite complessivo massimo di 300.000 euro”.

Il decreto ha utilizzato l’espressione limite complessi