Accise: il concetto di tassazione per destinazione

Premessa.

La Cassazione, con la sentenza n. 27669/2013, si è pronunciata nell’ambito di una controversia volta ad accertare se sia dovuta l’accisa su una miscela composta da alcole metilico1 (n.d.r. “metanolo”), olio di ricino e nitro metano impiegata per l’alimentazione di micromotori a scoppio destinati ad azionare modelli in scala ridotta di auto, navi e aerei2.
Nel corso dell’appello, il giudice aveva considerato illegittima l’equiparazione ad opera dell’Amministrazione finanziaria tra l’alcole metilico e la benzina, in quanto il metanolo era da considerarsi una alcole e quindi non ricompreso nella categoria merceologica degli oli minerali, in difetto di “omogeneità ed affinità”.
La Cassazione, non condividendo tale posizione, ha invece rilevato come l’alcole metilico sia un prodotto che seppur non soggetto ad accisa è comunque sottoposto al particolare regime di vigilanza ai sensi dell’articolo 2 del decreto legge 18 giugno 1986, n. 282, e dall’articolo 66 del Testo Unico delle Accise di cui al decreto legislativo n. 504 del 1995, il TUA.
Sul punto, si rammenti come l’articolo 1 del citato TUA definisce:

prodotto sottoposto ad accisa: quello al quale si applica il regime fiscale delle accise;

prodotto soggetto od assoggettato ad accisa: quello per il quale il debito d’imposta non è stato ovvero è stato assolto.

Esaminiamo dapprima la disciplina fiscale di questo particolare prodotto alcolico.
 

L’alcole metilico: disciplina fiscale.

La disciplina di questi alcoli c.d. non nobili, per distinguerli dal più noto etilico, poggia, prevalentemente, sul D.L. 15 giugno 1984, n. 2323 che, abolendone l’assoggettamento all’imposta, ha, nel contempo, vietato l’utilizzo di tali alcoli nella produzione di alimenti e bevande, profumerie alcoliche, cosmetici e prodotti d’igiene personale, medicinali, disinfettanti ed essenze naturali e sintetiche ovvero come solvente per colori e vernici, adesivi, mastici e sigillanti, inchiostri e prodotti di uso domestico, associandolo ai fini commerciali e sanitari alle sostanze e preparati velenosi4.
In particolare, avuto riguardo al regime di vigilanza, occorre fare riferimento al D.L. 18 giugno 1986, n.2825.
L’articolo 66 del TUA, rubricato “Regime di vigilanza per gli alcoli metilico, propilico ed isopropilico” ha, poi, esteso il regime di vigilanza fiscale, previsto per le predette sostanze, anche ai prodotti di provenienza comunitaria, assimilati a quelli nazionali.
Al riguardo la norma prevede che:

il regime di vigilanza fiscale vigente per il metilico di cui all’articolo 2 del D.L. 282/86 si applica anche ai prodotti di provenienza comunitaria a tal fine assimilati a quelli nazionali.

Con riguardo a tale aspetto è stato emanato il D.M. 1 agosto 1986 recante “Disciplina fiscale degli alcoli metilico, propilico ed isopropilico”, l’Agenzia delle Dogane, con la circolare n. 3922/UDC-CM del 3 ottobre 1986, ha poi fornito indicazioni di dettaglio.

l’assunzione in carico, nei prescritti registri c/s, viene effettuata con riferimento alla documentazione commerciale emessa per la scorta o per la fornitura delle singole partite.

Commercialmente, si distinguono tre tipologie di soggetti economici operanti nel comparto:

i produttori, che devono presentare, almeno 60 giorni prima di iniziare l’attività, all’Agenzia delle Dogane, una apposita denuncia.

L’Ufficio, a seguito della verifica di primo impianto, potrà ovviamente prescrivere ulteriori misure ritenute necessarie per il controllo della produzione, rilasciando solo dopo la licenza fiscale prevista dall’articolo 25 del TUA;

i commercianti, che devono presentare anche loro una apposita denuncia e …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:


Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it