Modello 770: domani scade il termine per la dichiarazione tardiva

La tardiva dichiarazione
La normativa considera tardiva la dichiarazione presentata entro 90 giorni dalla scadenza ordinaria e, nel caso del modello 770-2013 semplificato ed ordinario, nel corrente anno l’adempimento scadeva in data 20 settembre 2013come dalla proroga disposta dal DPCM del 24 luglio 2013. Entro il 19 Dicembre 2013 è quindi possibile presentare la dichiarazione tardiva tenendo in considerazione quanto segue:

la dichiarazione è soggetta ad una sanzione che va da euro 258 ad euro 2.065 a prescindere dalla presenza o meno di ritenute e dal numero dei percipienti ;

entro il 19 dicembre 2013 è possibile sanare la sanzione sopraindicata attraverso la procedura del ravvedimento operoso che consiste nella presentazione della dichiarazione in via telematica (non si tratta di integrativa o correttiva) e versando una sanzione ridotta pari ad 1/10 dei 258 euro ovvero 25 euro tramite modello F24 compilando la sezione erario con codice tributo 8911 anno 2012 importo da versare 25 euro;

se le ritenute indicate nel modello 770-2013 non sono state versate o sono state versate in maniera insufficiente trova applicazione anche la sanzione del 30 % che viene ridotta al 10 % se , a seguito di controllo di cui all’art.36 bis del Dpr.600-73,il contribuente provvede al relativo versamento entro 30 giorni dalla comunicazione ovvero al 20 % se il pagamento avviene sempre entro 30 giorni in seguito ad una comunicazione di controllo formale di cui all’art. 36-ter del Dpr.600-73;

non è sanabile l’omesso versamento delle ritenute relative all’anno 2012 in quanto tale operazione doveva essere effettuata entro il 20 settembre 2013.

 
L’omessa dichiarazione
Se il modello 770-2013 viene presentato dopo la data del 19 dicembre 2013 ovvero non viene presentato o viene presentato su modello non conforme oppure non risulta sottoscritto dal rappresentante legale ci si trova in presenza di omessa dichiarazione e il contribuente è assoggettato al seguente regime sanzionatorio:

ritenute non versate: sanzione che va dal 120 % al 240 % delle ritenute non versate con un minimo di euro 258;

ritenute versate: sanzione che va da euro 258 ad euro 2.065 se le ritenute sono state comunque versate;

è prevista inoltre una sanzione aggiuntiva di euro 51 per ogni percipiente non dichiarato;

in questa situazione il ravvedimento non è ammesso.

 
L’ infedele dichiarazione
Se le somme dichiarate nel modello sono inferiori rispetto alle somme accertate dall’Ufficio Finanziario il contribuente è soggetto alle sanzioni previste per la dichiarazione infedele:

in caso di ritenute non versate: sanzione che va dal 100% al 200% delle ritenute dovute e non versate con un minimo di 258 euro;

nel caso di versamento entro in termine del 20 settembre 2012 : sanzione che va da euro 258 ad euro 2.065 ;

sanzione aggiuntiva di euro 51 per ogni percipiente non dichiarato.

 
Anche in questo caso è possibile sanare l’infrazione con la procedura del ravvedimento operoso presentando il modello 770-2013 integrativo entro il termine della presentazione relativa alla dichiarazione del prossimo anno (31-07-2014) versando le ritenute dovute unitamente agli interessi e alle relative sanzioni ovvero:

sanzione di 1/8 di 258 euro pari ad euro 32 per ogni percipiente non dichiarato nel caso di versamento effettuato entro il 20 settembre 2013;

sanzione pari ad 1/8 del 100% ovvero 12,50% delle ritenute omesse più euro 6 (1/8 di 51 euro) per ogni percipiente non dichiarato.

 
La dichiarazione irregolare
La dichiarazione irregolare e viziata da due tipologie di errori che danno origine a diverse sanzioni :

gli errori meramente formali che non arrecano alcun tipo di danno all’Amministrazione non danno origine ad alcuna sanzione e non necessitato della procedura di ravvedimento ;

gli errori formali che ostacolano l…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it