SRL cessata, quale responsabilità per i soci?

di Federico Gavioli

Pubblicato il 23 novembre 2013

dopo la cancellazione di una SRL dal registro delle imprese, il socio risponde delle obbligazioni sociali solo nei limiti di quanto percepito dalla liquidazione della SRL cessata

La cancellazione dal registro delle imprese di una società a responsabilità limitata configura un fenomeno di tipo successorio tramite il quale le obbligazioni di esse si trasferiscono ai soci che però ne rispondono nei limiti di quanto riscosso a seguito della liquidazione: rimane invece illimitata nel caso di un ente privo di personalità giuridica.

La Corte di Cassazione con la sentenza n.17564 del 18 luglio 2013 affronta nuovamente il caso della società cessata e delle responsabilità dei debiti dei soci dopo la cancellazione: i giudici di legittimità, in riferimento al nuovo articolo 2495 del codice civile, affermano che il socio di una SRL risponde dei debiti dell’impresa cancellata dal Registro delle Imprese nei limite di quanto percepito dalla liquidazione della propria quota mentre la responsabilità rimane illimitata, nel caso di cessazione di società priva di personalità giuridica.

Il Tribunale ordinario nel maggio del 2006 aveva dichiarato risolto il contratto di locazione relativo ad una cantina stipulato il 31 dicembre 1991 tra due persone fisiche e una SRL; i giudici di primo grado condannava la società in liquidazione in persona del liquidatore, nonché il liquid