Sottoscrizione della dichiarazione dei redditi da parte del revisore dei conti

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 25 settembre 2013

siamo in fase di invio delle dichiarazioni dei redditi, ricordiamo che la sottoscrizione della dichiarazione spetta sempre al soggetto che sottoscrive la relazione di revisione al bilancio, anche se non più in carica

Le dichiarazioni fiscali delle società di capitali devono, a pena di nullità, essere sottoscritte dal rappresentante legale o, in mancanza, dal soggetto che ha l'amministrazione, anche di fatto, della società, o dal rappresentante negoziale della stessa. Se la società ha la sede legale o amministrativa o l’oggetto principale dell’attività all’estero, la dichiarazione può essere sottoscritta da un rappresentante per i rapporti tributari in Italia. Ad ogni modo, la firma va apposta dal soggetto che riveste la carica all’atto della presentazione della dichiarazione.

La dichiarazione dei redditi delle società e degli enti soggetti all'IRES, sottoposti a revisione legale (ai sensi del codice civile o di leggi speciali), deve peraltro essere sottoscritta, a norma dell'art. 1 co. 5 primo periodo del DPR 22.7.98 n. 322 (rubricato "Redazione e sottoscrizione delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di IRAP"), anche dai soggetti che sottoscrivono la relazione di revisione, ossia dall'intero collegio sindacale se è incaricato anche del controllo legale dei conti, ovvero dal revisore iscritto nel nuovo Registro dei revisori legali o dal responsabile della revisione se trattasi di società di revisione iscritta.

La dichiarazione in parola deve contenere, tra l’altro, gli elementi attivi e