Notifica valida presso il Comune solo se sono esperite tutte le formalità previste per il caso del destinatario assente

di Enzo Di Giacomo

Pubblicato il 8 agosto 2013

se il destinatario della notifica è assente e non c’è alcun soggetto abilitato alla consegna dell’atto impositivo nel luogo indicato, la notifica si perfeziona solo se vengono espletate tutte le formalità previste dalla legge

Se il destinatario della notifica è assente e non c’è alcun soggetto abilitato alla consegna dell’atto impositivo nel luogo indicato, la notifica si perfeziona solo se vengono espletate tutte le formalità di cui all’art. 140 C.p.c..

La CTR di Roma, con la sent. n. 136/28/13 del 10 giugno 2013, ha affermato che in caso di irreperibilità temporanea del destinatario, la notifica si perfeziona se sono assolte tutte le formalità previste dalla citata norma (deposito dell’atto al Comune; affissione del relativo avviso di deposito e la notificazione dello stesso per raccomandata con avviso di ricevimento).

 

Notifica degli atti tributari

La procedura di notifica degli atti tributari è disciplinata dagli articoli 137 e ss. del codice di procedura civile, così come stabilisce l’art. 16, c. 2, del D.lgs n.546/1992. Tale ultima disposizione richiama l’art. 60, c. 1, lett. a, del Dpr n. 600 del 1973, il quale stabilisce come la notifica degli atti previsti per legge, deve essere eseguita secondo le norme degli articoli 137 e ss. del C.p.c.. Le notifiche possono ese