Gli incrementi alle deduzioni da cuneo fiscale posticipati al 2014

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 30 gennaio 2013

i promessi sconti al cuneo fiscale che dovrebbero ridurre gli oneri che gravano sul "costo del lavoro" in Italia sono rinviati al periodo d'imposta 2014

La legge di stabilità per il 2013 ha previsto, a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2013, alcuni importanti interventi finalizzati alla riduzione dell’IRAP tra i quali si annovera l’incremento delle deduzioni forfettarie per i lavoratori assunti a tempo indeterminato (c.d. deduzioni relative alla riduzione del cuneo fiscale).

Prima però di illustrare i predetti incrementi, è bene rammentare che, per tutto il periodo d’imposta 2013, le deduzioni dalla base imponibile IRAP continueranno ad essere previste nella seguente misura:

  • 4.600 su base annua, per ogni dipendente, a tempo indeterminato, impiegato nel corso del periodo d’imposta (c.d. deduzione base) elevata ad € 10.600,00 nel caso di lavoratori di sesso femminile oppure aventi età inferiore ai 35 anni;

  • 9.200 su base annua, qualora il contribuente si sia avvalso, nel corso dell’anno fiscale di riferimento, delle prestazioni di dipendenti a tempo indeterminato, nella regioni Abruzzo, Basi