Le imprese minori ed il calcolo del reddito

di Sandro Cerato - Il Caso del Giorno

Pubblicato il 16 ottobre 2012

quali contribuenti sono catalogabili fra le imprese minori? Quali agevolazioni hanno, per il calcolo del reddito, rispetto ai normali contribuenti?

Le imprese minori che soddisfano i limiti di cui all’art. 18, co. 1, del D.P.R. n. 600/1973, e non hanno optato per la tenuta della contabilità ordinaria, individuano la base imponibile, ai fini della tassazione diretta, applicando le disposizioni dell’art. 66 del Tuir. La norma stabilisce, in primo luogo, che – se il contribuente non ha optato per il regime di contabilità ordinaria – il reddito è determinato, secondo il principio di competenza economica, partendo dalla differenza tra due componenti:

  1. i ricavi di cui all’art. 85 del Tuir, nonché gli altri proventi, quali i dividendi e gli interessi (art. 89 del D.P.R. n. 917/1986), oppure le rendite immobiliari (art. 90, c. 1, del Tuir);

  2. le spese documentate sostenute nel medesimo esercizio: sul punto, l’art. 7, c. 2, lett. s, del Decreto Sviluppo ha modificato l’art. 66, co. 3, del D.P.R. n.