Liquidazione di società: alcune problematiche connesse...

la liquidazione di una società presenta molti aspetti problematici: vediamo, in particolare, la prescrizione dei debiti sociali e l’azione di responsabilità contro i vecchi amministratori

Sono socio di una srl in liquidazione.

Un creditore sociale o presunto tale (un Commercialista) inviò all’allora presidente della società (quando non era ancora in liquidazione) l’atto di costituzione in mora per i crediti che riteneva di vantare sulla base di contratti stipulati in scritture private concluse disgiuntamente quando la società era una snc con il vicepresidente, che era anche coamministratore delegato, in violazione di un’art. dello statuto della ns. società (all’epoca snc) sull’obbligo di informare l’altro amministratore.

In ogni caso al momento della diffida a pagare però buona parte dei crediti si erano prescritti in quanto risalivano ad oltre tre anni prima. Poi l’Avvocato del Commercialista otto mesi dopo intimò nuovamente il pagamento.

Vi chiedo: quante volte si può interrompere la prescrizione?

Nella fattispecie non avendo dato seguito al primo atto di costituzione in mora ed avendone fatto uno nuovo si può, essendo oltretutto passati oltre tre anni anche dal secondo atto interruttivo, considerare prescritti i compensi rivendicati dal Commercialista?

 La risposta nel pdf…

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it