I costi per la certificazione della qualità: profili operativi e aspetti contabili

I costi per la certificazione della qualità del sistema azienda, sono quelli che le imprese sostengono per impiantare un sistema di qualità dei processi aziendali che sia conforme ad una delle seguenti norme: ISO 9001, ISO 9002, ISO 9004, ISO 14000 e così via. Per raggiungere quest’obiettivo l’impresa interessata deve sviluppare al proprio interno le risorse e le conoscenze necessarie per prepararsi adeguatamente ovvero rivolgersi a organismi consulenziali esterni specializzati nella valutazione dei sistemi di gestione della qualità.

Il tema della certificazione della qualità gestionale, nel corso degli ultimi dieci anni, ha assunto connotati di stringente attualità. La diffusione della certificazione della qualità, in tutta Europa, ha raggiunto notevoli dimensioni, pur con notevoli limiti concettuali che ne hanno impedito una corretta ed efficace applicazione estensiva, che superasse la connotazione tipicamente tecnico-industriale legata alla sola disciplina dei rapporti contrattuali tra cliente e fornitore e che le conferisse la più utile funzione di autentico sistema per la regolamentazione generale del mercato. Infatti, lo spirito autentico della certificazione di qualità, dovrebbe essere quello di fornire alle aziende un modello organizzativo generale capace di integrare in modo omogeneo ed efficace la gestione dei diversi processi operativi: non solo quelli connessi alla progettazione e alla produzione, agli approvvigionamenti e alla logistica, al controllo di qualità e alla soddisfazione del committente, ma anche quelli relativi al personale, al marketing, all’amministrazione, all’ambiente, alla sicurezza, all’informatica, alla soddisfazione degli azionisti.

Questa riteniamo sia la reale valenza della certificazione della qualità ISO 9001 per le aziende: non solo un elemento di richiamo esclusivamente commerciale, ma un vero fattore strategico di successo che determina razionalizzazione, valore aggiunto, competitività, affidabilità.

Già nel 2004, con un articolo dal titolo: I Costi per la certificazione di qualità il Dr. Danilo Sciuto, sulle pagine del Commercialista Telematico, analizzò i principali aspetti operativi e contabili della certificazione della qualità, delineando sia la posizione della dottrina civilistico-aziendalista, sia la posizione delle Finanze sul tema.

In sostanza, le spese sostenute per la certificazione di qualità, hanno lo scopo di migliorare il sistema organizzativo aziendale, nella direzione del mantenimento di uno standard qualitativo nei processi industriali, commerciali ed amministrativi, che massimizzi la relazione impresa – ambiente esterno, con la conseguenza che laddove a seguito di verifica successiva, emergano elementi di lesione dello standard, l’impresa verrà esclusa dall’Albo delle imprese certificate.

I costi relativi alla certificazione di qualità possono essere distinti in:

l’articolo prosegue nel PDF qui sotto==>

Scarica il documento allegato
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it