UE: aliquote Iva ridotte con lista dei beni inclusi

di Angelo Facchini

Pubblicato il 12 aprile 2022

Dal 5 aprile 2022 è entrata in vigore la direttiva (Ue) 2022/542 con norme riguardanti le aliquote Iva. Secondo quanto disposto dalla norma, è consentito applicare ai beni e ai servizi ammissibili, entro limiti definiti, un massimo di due aliquote ridotte pari almeno al 5%, un’aliquota ridotta inferiore al minimo del 5% e un’esenzione con diritto a detrazione dell’Iva a monte. Le aliquote ridotte non possono riguardare indistintamente qualsiasi tipologia di cessioni di beni o di servizi; si ravvisa, pertanto, la necessità di stilare una lista dei beni ad aliquota ridotta. C’è un arco di tempo che scade il 1° gennaio 2032 per uniformarsi al nuovo disposto normativo, ma c’è anche un limite di tempo ridotto per inviare una comunicazione al Comitato Iva: 7 luglio 2022. Devono trasmettere la comunicazione gli Stati membri che, al 1° gennaio 2021, applicavano l’aliquota super ridotta a cessioni di beni/servizi diversi dai punti da 1) a 6) e dal punto 10-quater) dell’allegato III.