Nuovo codice degli appalti: pronto il decreto legislativo

di Angelo Facchini

Pubblicato il 19 dicembre 2022

E’ stato approntato il decreto legislativo che introduce il nuovo codice degli appalti. Tra le novità: non ci sarà un regolamento attuativo; sarà vietata la gratuità delle prestazioni professionali, ammessa per altre prestazioni non ordinistiche; si spinge alla digitalizzazione delle procedure, dalla qualificazione alla produzione del progetto e alla gestione delle gare attraverso l'anagrafe degli operatori economici e il fascicolo virtuale; ritornano i “criteri reputazionali” delle imprese; per il subappalto è ammesso anche quello “a cascata”; povere le norme sui requisiti per le gare perché si dà ampio spazio alla discrezionalità delle stazioni appaltanti.