Interpelli: spese tracciabili pagate con carta di credito intestata al coniuge

di Angelo Facchini

Pubblicato il 7 ottobre 2020

L’Agenzia delle entrate, in risposta all’interpello n. 431 del 2 ottobre 2020, ha specificato che sono detraibili le spese riferite al coniuge e pagate con una carta di credito, attivata su un conto corrente cointestato a firme disgiunte.