Corte di Giustizia Ue: Airbnb può essere sostituto d’imposta

di Angelo Facchini

Pubblicato il 23 dicembre 2022

La Corte di giustizia dell'Unione europea (causa C-83/21 - Airbnb Ireland e Airbnb Payments Uk), ha sancito che Airbnb può agire come sostituto d'imposta in Italia, ma non è obbligata a nominare un rappresentante fiscale. L'obbligo di riscuotere l'imposta sostitutiva al 21% sui pagamenti percepiti da chi affitta la casa non viola la libera prestazione dei servizi stabilita dall'articolo 56 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (Tfue).