Riconoscimento fiscale degli errori commessi e principio di derivazione rafforzata

di Danilo Sciuto

Pubblicato il 1 luglio 2022

Approfondiamo una modifica normativa introdotta dal decreto semplificazioni che allevia gli adempimenti in una fattispecie abbastanza frequente come quella della rilevazione di errori contabili commessi nei precedenti esercizi: per il riconoscimento fiscale degli errori commessi, non è più necessaria la dichiarazione integrativa per i soggetti che applicano il principio di derivazione rafforzata.

Nel contributo di pochi giorni fadichiarazione integrativa in materia di novità dal cosiddetto Decreto Semplificazioni, si è data notizia che tale norma ha modificato l’art. 83 comma 1 del TUIR per quanto attiene al trattamento fiscale dei componenti di reddito rilevati a seguito della correzione di errori contabili.

Andiamo a spiegare meglio.

La correzione degli errori nei bilanci pregressi

Il caso, abbastanza frequente, è quello in cui un soggetto che determina il reddito in base al principio di competenza (una società di capitali, ad esempio), si accorga di un errore che influisca nel conto economico (o a Stato patr