Nuova esenzione IVA per le associazioni senza scopo di lucro

di Gianfranco Visconti

Pubblicato il 11 gennaio 2022



Analisi dei requisiti che le associazioni senza scopo di lucro devono possedere per poter utilizzare la nuova esenzione dall’IVA che entrerà in vigore il 1° Gennaio 2024.

Le condizioni per l'esenzione dall'IVA delle associazioni senza scopo di lucro in vigore dal 1° gennaio 2024

esenzione iva associazioni senza scopo lucroIl quarto comma dell’art. 10 del DPR 633/1972 che abbiamo illustrato nell’articolo precedente, dal titolo La riforma dell’esenzione dall’IVA di alcune attività commerciali esercitabili dalle associazioni senza scopo di lucro, e che entra in vigore il 1° Gennaio 2024, si applicherà a condizione che gli statuti e gli atti costitutivi delle associazioni interessate, redatti nella forma dell’atto pubblico o della scrittura privata autenticata o registrata, contengano le clausole previste dal quinto comma dello stesso art. 10 (pure sostituito dalla lettera b del comma 15-quater dell’art. 5 del Decreto-Legge 146/2021) che sono pressoché identiche a quelle contenute nel comma ottavo dell’art. 148 del TUIR (e che rispecchiano pure le norme del Codice del terzo settore, il Decreto legislativo 117/2017) e precisamente:

  • il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili od avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale dur