Superbonus applicabile anche al trust autodichiarato

di Giovambattista Palumbo

Pubblicato il 30 luglio 2021



Anche il beneficiario del trust autodichiarato, in cui è stato segregato un immobile di cui lo stesso è usufruttuario, può godere del Superbonus del 110%, optando per la cessione del credito d'imposta, oppure per lo sconto in fattura.
Il Superbonus può applicarsi a condizione però che lo stesso sostenga le spese e che l'usufrutto risulti al momento di avvio dei lavori, o al momento del sostenimento delle spese, se antecedente il predetto avvio.

L’Agenzia delle Entrate ha affermato l’applicabilità del Superbonus al 110% anche agli immobili segregati in Trust: il caso del beneficiario di trust autodichiarato.

 

Il dubbio: superbonus su immobile conferito in trust

superbonus trust autodichiaratoNel caso di specie, il contribuente, residente all'estero, dichiarava di aver acquistato con sua moglie, nel 1989, un immobile di civile abitazione in Italia, da destinare ai figli.

Il contribuente precisava che l'immobile era stato acquistato a nome del figlio, allora minorenne, a cui tale compendio era ancora oggi intestato, con provvista finanziaria per l'acquisto fornita dai genitori e dalla nonna materna.

L'Istante rappresentava poi che il 31 gennaio 2018, il figlio aveva attribuito l'immobile in un Trust di tipo autodichiarato, del quale aveva assunto anche il ruolo di trustee, nominando i genitori stessi beneficiari e, alla loro scomparsa, i figli.

Il contribuente evidenziava quindi che, con C.I.L.A. del 19/12/2019, l'immobile era stato frazionato in quattro distinti appartamenti e che il figlio (Dispone