Uso del contante ed obbligo di segnalazione al MEF: il punto a far data dal 1° luglio 2020

La manovra fiscale 2020 è intervenuta modificando il limite di trasferimento di denaro contante.
Cosa cambia dal 1° luglio 2020: le transazioni permesse e alcuni casi pratici; e i rischi per il professionista…

uso contante mefUso del contante: premessa generale

Il collegato fiscale 2020, D.L. n. 124 del 26/10/2019 convertito nella Legge n. 157 del 19/12/2019, ha modificato il limite previsto per l’uso di denaro contante con decorrenza dal 1/07/2020 al 31 /12/ 2021 in euro 2.000 e a far data dal 01 /01/ 2021 il relativo tetto è ridotto a euro 1.000.

La disposizione riguarda i trasferimenti fisici “in contanti” per qualsiasi causa (es.: pagamenti di fatture, finanziamenti, ecc.) tra due o più soggetti diversi (“costituenti distinti centri di interesse” – GdF Circ. 83607/2012) di qualsiasi natura (persone fisiche, società, enti non commerciali, ecc.) diversi da Istituti bancari, Poste italiane e Istituti di moneta elettronica (IMEL).

Il divieto non trova applicazione ai “passaggi” tra la sfera aziendale o professionale e quella privata dell’imprenditore / professionista e quest’ultimo potrà pertanto prelevare senza alcun limite; la norma trova invece applicazione nei passaggi tra la società (anche la Srl unipersonale) ed il socio o amministratore (in quanto soggetto giuridico diverso dalla società).

(Per approfondire…“Indicazioni della BCE sui limiti al contante” di Givambattista Palumbo)


Nota

secondo il MEF (Nota del 2008) per soggetti diversi si devono intendere ad esempio:

  • due società;
     
  • il socio e la società di cui questi fa parte;
     
  • società controllata e società controllante;
     
  • legale rappresentante e socio;
     
  • due società aventi lo stesso amministratore;
     
  • una ditta individuale e una società (occorre specificare che nella violazione sono coinvolti entrambi i soggetti che hanno effettuato il trasferimento).

La nuova tabella temporale delle soglie uso contanti

PERIODO TEMPORALE

LIMITE IN VIGORE

Dal 26.12.2002 al 29.04.1988

Euro 12.500

Dal 30.04.2008 al 24.06.2008

Euro 5.000

Dal 25.06.2008 al 30.05.2010

Euro 12.500

Dal 31.05.2010 al 12.08.2011

Euro 5.000

Dal 13.08.2011 al 05.12.2011

Euro 2.500

Dal 06.12.2011 al 31.12.2015

Euro 1.000

Dal 01.01.2016

Euro 3.000

Dal 01.7 2020 al 31.12.2021

Euro 2.000

Dal 01.01.2022

Euro 1.000

 

Tabella sanzioni per le violazioni commesse in materia di contante

Sanzioni per violazioni commesse

Utilizzo contante e titoli al portatore (sia per chi consegna che per chi riceve il pagamento)

 

Dal 1/07/2020 al 31/07/2021

da 2.000 euro a 50.000 euro per le violazioni commesse e contestate (da 3.000 euro a 50.000 euro, per le violazioni commesse e contestate sino al 30 giugno 2020 ).

 

Dal 1/01/2022

da 1.000 euro a 50.000 euro per le violazioni commesse e contestate.

 

 

Disposizioni pratiche: analisi di alcune casistiche che si incontrano nella prassi quotidiana

Come detto a seguito della novella legislativa a far data dal 1° luglio 2020 sono permesse le transazioni di denaro in contante tra due o più soggetti diversi nel limite di euro 2.000 (non si cumulano, ai fini del superamento del limite, le operazioni frazionate se tale frazionamento si riferisce a specifici contratti (i.e. Somministrazione) oppure se tale pagamento frazionato viene effettuato in seguito ad un preciso accordo fra le parti).


Nota

Sono sempre consentite operazioni oltre limite in presenza di un intermediario finanziario (banca, posta).

E’ quindi possibile prelevare denaro per somme superiori ai 2.000 euro dallo sportello bancario ovvero versare sul conto corrente importi oltre limite.

E’ comunque doveroso da parte di tutti attenersi alle normali consuetudini commerciali e, con lo scopo di chiarire la situazione, si segnala la sentenza della Cassazione n. 15103 del giugno 2010 che in merito al pagamento di un immobile a rate (anche inferiori alle soglie minime previste) ha ritenuto l’operazione sospetta ai fini dell’antiriciclaggio in quanto anomala…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it