Modello SR41: eliminato l’obbligo di firma e altre novità

di Antonella Madia

Pubblicato il 14 aprile 2020

In caso di trattamenti di integrazione salariale con pagamento diretto nei confronti dei dipendenti non è più necessario inserire la firma obbligatoria del lavoratore sul modello SR41.
Tale modello, dopo le recenti indicazioni INPS, riporta infatti diverse novità che illustriamo nel presente intervento

modello sr41Modello SR41: premessa

L’Istituto Previdenziale specifica che da questo momento è disposta l’abolizione della firma da parte del lavoratore sul modello “IG Str Aut” detto anche modello SR41: la comunicazione è pervenuta con il Messaggio n. 1508 del 6 aprile 2020, la quale elenca altre importanti novità del modello in oggetto, tra cui il venir meno dell'obbligo di firma.

 

Il pagamento diretto

Per il pagamento dei trattamenti di integrazione salariale per CIG, CIGS, FIS, Fondi e CIG in deroga il datore di lavoro ha la possibilità di optare per il pagamento diretto della prestazione direttamente al lavoratore, e per fare ciò egli deve avvalersi di un modello in particolare, ossia il Mod. SR41, con il quale si configura un invio telematico di dati utili alla liquidazione della prestazione e al conseguente accredito dei contributi figurati