Bonus assunzioni Sud 2020: novità dalla Legge di Bilancio 2020

Il bonus assunzioni Sud è stato rifinanziato dalla Legge di Bilancio 2020, estendendo la sua efficacia per le assunzioni di giovani e disoccupati effettuate entro il 31 dicembre del corrente anno nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna.
Esaminiamo i requisiti per ottenerlo e le modalità con cui richiederlo.

Bonus assunzioni Sud 2020Il Bonus assunzioni Sud 2020 è stato introdotto dal Jobs Act e reso operativo dal decreto 21 novembre 2016 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Per ottenerlo è necessario presentare domanda all’INPS dopo la pubblicazione della circolare operativa.

L’incentivo riguarda i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, ed è fruibile mediante conguaglio sui contributi INPS, per un periodo non superiore a un anno, a partire dalla data di assunzione.

Può essere erogato fino a un massimo di 8.060 euro l’anno, per ciascun lavoratore assunto, in dodici rate mensili.

In caso di part time, il massimale è ridotto in maniera proporzionale.

 

Bonus assunzioni al Sud 2020: requisiti

 

I requisiti  per poter usufruire del Bonus assunzioni Sud 2020 sono:

  • ubicazione nelle regioni: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia, Abruzzo, Molise e Sardegna (se la sede lavorativa si trasferisce al di fuori delle regioni indicate, gli incentivi sono sospesi a partire dal mese di paga successivo a quello di trasferimento);
     
  • presentare domanda all’INPS e procedere all’assunzione entro una settimana dalla comunicazione di accettazione della richiesta da parte dell’Istituto;
     
  • è riservato ai lavoratori disoccupati in possesso della dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro e di partecipazione alle misure di politiche attive del lavoro del Centro per l’impiego;
  • i lavoratori devono essere: giovani con età compresa tra 16 e 34 anni; lavoratori con più di 35 anni disoccupati da almeno 6 mesi, o che hanno svolto per lo stesso periodo attività lavorativa autonoma o parasubordinata con reddito annuo fino a 4.800 euro; non aver avuto un rapporto di lavoro a tempo indeterminato con lo stesso datore di lavoro negli ultimi sei mesi che beneficia del bonus Sud 2019.

 

Tipologie contrattuali

 

Lo sgravio è riconosciuto per le seguenti tipologie contrattuali:
 

  • lavoro a tempo indeterminato, compreso apprendistato professionalizzante e di mestiere;
     
  • lavoro a tempo determinato (la misura è ridotta proporzionalmente);
     
  • trasformazioni di contratto da tempo determinato a tempo indeterminato;
     
  • assunzioni di soci lavoratori di cooperative mediante contratti di subordinazione.

 

Sono esclusi dal bonus per le assunzioni al Sud i contratti di lavoro domestico, occasionale o intermittente.

 

Presentazione della domanda

 

La domanda va presentata all’INPS tramite l’applicazione DiResCo e compilando l’apposito modulo messo a disposizione dalla procedura.

Dopo la compilazione bisognerà attendere la verifica e l’esito da parte dell’Istituto, se positivo procedere all’assunzione del giovane entro dieci giorni dalla comunicazione dell’accettazione.

 

A cura di Angelo Facchini

Martedì 28 gennaio 2020

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it