Erroneo invio al SDI di una precedente fattura cartacea: occorre la nota di variazione IVA?

di Antonino & Attilio Romano

Pubblicato il 12 dicembre 2019

In caso di doppio invio della fattura elettronica, è direttamente il Sistema di Interscambio a scartare il duplicato del documento già trasmesso.

Unicamente nel caso di fatture di anni precedenti al 2019, dunque cartacee, inviate erroneamente al SdI sarà necessario emettere una nota di variazione IVA.

Erronea duplicazione di fattura cartacea inviata al SDIIl quesito proposto: invio al SDI di fatture già emesse
 

L'Agenzia delle Entrate, nella risposta a istanza di interpello n. 395 del 07/10/2019, riporta il caso di duplicazione di fattura elettronica in una società di capitali che, a causa di un'anomalia tecnica del software impiegato per la gestione del processo di fatturazione elettronica, nel mese di gennaio 2019 aveva erroneamente trasmesso tramite il Sistema di Interscambio (SDI) diverse decine di fatture già emesse in formato cartaceo nel corso del 2017 e 2018, e per le quali aveva già provveduto ai relativi adempimenti IVA.

Lo SdI non era stato in grado di intercettare ed impedire il rinvio in formato elettronico delle fatture già emesse in modalità cartacea.

E d’altra parte, poiché il processo di fatturazione elettronica tra privati non prevede l'accettazione della fattura da parte del cessionario/committente, i clienti dell'istante non hanno potuto rifiutare la fattura erroneamente trasmessa.

Con documentazione integrativa, l'istante chiariva che:
 

  1. le fatture trasmesse tramite SdI nel 2019, riproducevano data e numerazione già attribuita negli anni pa