Il Decreto Fiscale collegato alla Manovra 2019 in pillole

Un riassunto per punti del Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 che ha visto finalmente la luce; i provvedimenti sono estremamente vari ed interessanti: pace fiscale, rottamazione ter, deflazione del contenzioso, fattura elttronica, IVA per cassa….

Palazzo Chigi approva il Decreto Fiscale della Manovra 2019Il Consiglio dei Ministri ha riesaminato, nella seduta del 20 ottobre 2018 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte, Segretrario il Sottosegretario alla Presidenza Giancarlo Giorgetti, il DECRETO-LEGGE recante disposizioni urgenti in materia fiscale, di accompagno della Manovra 2019.

All’ordine del giorno l’esame:

  • del testo del decreto-legge, recante disposizioni urgenti in materia fiscale;
  • della lettera dei Commissari europei – Valdis Dombrovskis e Pierre Moscovici – del 18 ottobre 2018;
  • varie ed eventuali.

Dopo le giornate di alta tensione susseguitesi sinora dalla data di approvazione della Nota di aggiornamento del DEF2018, primo passo verso la definizione della Legge di Bilancio 2019, finalmente il 20 ottobre è stato approvato il DL “fiscale”.

In attesa della sua pubblicazione in Gazzetta, ricordiamo che il Decreto Legge cosiddetto “Fiscale” insieme a quello delle “Semplificazioni” (Decreto Legge per le disposizioni urgenti per la deburocratizzazione, la tutela della salute, le politiche attive del lavoro e altre esigenze indifferibili) e alla Legge di Bilancio 2019 (disegno di Legge del Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019 – 2021) rappresentano i punti cardine della nuova Manovra 2019.

Decreto fiscale

Nel nuovo testo del Decreto Fiscale, approvato il 20 ottobre, come si evince dal Comunicato Stampa del Consiglio dei Ministri n. 24, sono contenute alcune “buone” nuove rispetto la prima versione e precisamente:

  • una formulazione più puntuale delle disposizioni in materia di Dichiarazione Integrativa Speciale – con lo scopo di fornire agli addetti i lavori una più articolata analisi delle casistiche per dissipare possibili dubbi interpretativi sul relativo ambito di applicazione
  • una norma per disciplinare in materia di “cassa integrazione” nelle casistiche di riorganizzazione o crisi aziendale, ricordiamo che la norma era già stata approvata nello scorso  Consiglio dei Ministri nell’ambito delle Semplificazioni con specifico riguardo alle disposizioni attinenti alle “misure per il lavoro”;
  • integrazioni delle norme in materia di “Pace Fiscale“: è emersa la volontà politica di procedere, in sede di conversione del decreto-legge, alla presentazione di ulteriori norme relative alla cosiddetta “pace fiscale” per tutelare e disciplinare l’istituto introdotto in presenza di situazioni economiche di particolare difficoltà.

In attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale ricordiamo che il testo del Decreto Legge in materia “Fiscale, nella prima formulazione approvata il 15 ottobre, conteneva tra le principali misure quelle di seguito elencate:

  • ROTTAMAZIONE TER: grazie alla quale chi ha beneficiato della rottamazione bis e ha versato almeno una rata, può ridefinire il proprio debito con il fisco (relativo al periodo tra il 2000 e il 2017) a condizioni agevolate;
  • STRALCIO DEBITI fino a mille euro: la misura che permetterà di cancellare i debiti con il fisco, relativi al periodo che va dal 2000 al 2010, con importo residuo fino a 1000 euro;
  • DEFINIZIONE AGEVOLATA: disciplinate alcune ipotesi per la definizione agevolata delle controversie tra i contribuenti e il fisco;
  • FATTURAZIONE ELETTRONICA: confermata l’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica dal 1°gennaio 2019, introducendo per i primi 6 mesi le sanzioni ridotte per chi non farà in tempo a conformare i propri sistemi informatici;
  • SEMPLIFICAZIONE OPERAZIONI:
    • FATTURE EMESSE: prevista la facoltà di poter emettere fatture entro 10 giorni dalla operazione alla quale si riferiscono. Inoltre, con annotazione nel registro entro il giorno 15 del mese successivo alla loro emissione;

    • FATTURE ACQUISTI: Si prevede di abrogare l’obbligo di registrazione progressiva degli acquisti;

    • CORRISPETTIVI:  si introduce l’obbligo generalizzato di memorizzare e trasmettere telematicamente i corrispettivi, partendo dal 1° luglio 2019 dai contribuenti con volume d’affari superiore a 400 mila euro e dal 1° gennaio 2020 per gli altri;
  • PAGAMENTO PERIODICO IVA: slittamento dei termini per il pagamento dell’Iva, prevedendo lo stesso al momento in cui la fattura viene incassata;
  • GIUSTIZIA TRIBUTARIA DIGITALE: Si favorisce il processo telematico anche per la giustizia tributaria.

Tante, dunque, le novità che coinvolgono imprese, professionisti, commercianti e artigiani del nostro Paese che attendono fervidamente la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto legge in commento approvato il 20 ottobre 2018.

Il Consiglio dei Ministri si è anche espresso durante la seduta di Palazzo Chigi su un’altra questione di rilievo: la LETTERA dei COMMISSARI Europei sul DDL BILANCIO 2019.

Ha confermato la fiducia nella Manovra 2019, deliberata del 15 ottobre, e dato mandato a Giovanni Tria, Ministro dell’economia e delle finanze, per rispondere. Inoltre, la voce di Palazzo Chigi è stata forte e chiara, riaffermando la posizione dell’Italia di voler restare all’interno dell’Unione Europea e di mantenere quale moneta l’euro.

Nell’ambito delle LEGGI REGIONALI, infine il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Erika Stefani, ha deliberato di impugnare, per violazione dell’art. 81 c.3 della Costituzione, la Legge della Regione Abruzzo n. 28/2018, riguardante “Abruzzo 2019 – Una legge per L’Aquila Capoluogo: attraverso una ricostruzione, la costruzione di un modello di sviluppo sul concetto di Benessere Equo e Sostenibile”.

E' GIA' DISPONIBILE PER I NOSTRO ABBONATI L'INFORMATIVA ALLA CLIENTELA SULLA PACE FISCALE

Monica Greco

24 ottobre 2018

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it