Gestione deleghe aziende agricole con dipendenti: procedura aperta dal 20 aprile al 20 maggio

In attesa del definitivo passaggio dal DMAG all’UNIEMENS previsto a partire dal 1° gennaio 2019, l’INPS ha segnalato che dal prossimo 20 aprile e fino al 20 maggio, sarà disponibile la procedura di gestione deleghe per le aziende agricole con dipendenti e per i loro intermediari. Per poter gestire tali attività sarà così necessario validare la propria delega avvalendosi di tale procedura.
Dal DMAG all’UNIEMENS
Con il Messaggio del 7 dicembre 2017 n. 4921 dell’INPS, è stato disciplinato il sistema di profilazione dei soggetti abilitati agli adempimenti per le aziende agricole, in considerazione del successivo passaggio dal sistema DMAG al sistema UNIEMENS, previsto inizialmente a partire dal 1° gennaio 2018 (come previsto dalla L. n. 199/2016) e poi successivamente prorogato al 1° gennaio 2019 dalla L. n. 205/2017, articolo 1, comma 1154 (come anche specificato in seguito dal Messaggio n. 892/2018 dello scorso 27 febbraio, il quale aveva segnalato che sulla base di quanto disposto dalla Legge di Bilancio 2018, il passaggio definitivo dal sistema DMAG al sistema UNIEMENS sarebbe stato prorogato di un anno). Così a partire da gennaio 2019 i dati contenuti oggi nel DMAG saranno esposti nella sezione <PosAgri> degli UNIEMENS.
Le diverse deleghe per l’agricoltura
La Nuova disciplina prevede così che a partire dall’anno 2019 al posto del modello DMAG le aziende agricole con dipendenti utilizzino il sistema mensile con invio di UNIEMENS. È stato così necessario anche provvedere all’implementazione delle deleghe, prevedendo profilazione e abilitazione per i servizi all’agricoltura parallelo agli altri settori, con un’anagrafica unica dei soggetti. In relazione a ciò è stato pubblicato infatti il Messaggio n. 4921/2017, che ha chiarito come il sistema delle deleghe debba essere suddiviso in tre diverse categorie:

delega diretta, che rappresenta la fattispecie con la quale il titolare dell’azienda o – nell’ipotesi di persona giuridica – il rappresentante legale, effettuano gli adempimenti contributivi per proprio conto. Tali soggetti potranno effettuare anche delle sub-deleghe e abilitare altri soggetti allo svolgimento di tali attività. Per tali adempimenti i soggetti dovranno essere in possesso di un PIN aziendale, non essendo in tal caso bastevole un PIN cittadino: a tal fine i soggetti dovranno recarsi presso la struttura INPS territorialmente competente per compilando il modulo SC65 (per titolari, rappresentanti legali e altri responsabili) oppure il modulo SC62 (per i sub-delegati);
delega indiretta. Riguarda invece il caso in cui il titolare d’azienda e/o legali rappresentanti effettuano gli adempimenti contributivi attraverso degli intermediari abilitati dalla legge, per i quali si intendono tutti i soggetti di cui alla L. n. 12/1979 e i soggetti iscritti agli Albi dei Periti Agrari e Agrotecnici. I soggetti riferiti ai “tipi utente” saranno individuati come soggetti autorizzati agli adempimenti contributivi e potranno anche trasmettere delle sub-deleghe, e sono:

Periti Agrari e Periti Agrari laureati;
Avvocati;
Agrotecnici e Agrotecnici laureati;
Consulenti del Lavoro;
Dottori Commercialisti;
Ragionieri e Periti commerciali;
Dottori Agronomi;
Dottori Forestali.

Si ricorda che qualora si abbia un riscontro negativo presso gli Albi Nazionali di riferimento non sarà possibile trasferire automaticamente le deleghe, e tali soggetti dovranno ottemperare alle istruzioni che verranno comunicate dall’INPS tramite e-mail per risolvere tale problematica di migrazione.
Si ricorda ancora che i:

Periti Agrari e Periti Agrari laureati;
Agrotecnici e Agrotecnici laureati;
Dottori Agronomi;
Dottori Forestali;

potranno acquisire deleghe solo ed esclusivamente per le posizioni contributive che appartengono alla gestione agricola, e dovranno far pervenire all’INPS un’apposita documentazione attestante l’iscrizione all’ordine professionale alla casella …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it