Novità fiscali contenute nella Legge di delegazione europea: antiriclaggio ed elusione fiscale

Pubblicato il 20 novembre 2017

fra le tante novità novità di inizio novembre vi è anche l'approvazione della Legge di delegazione europea che contiene importanti provvedimenti per i professionisti: l'individuazione di pratiche di elusione fiscale da contrastare a livello comunitario, gli obblighi di scambio dei dati fra le amministrazioni, l'accesso da parte delle autorità fiscali alle informazioni in materia di antiriciclaggio...
Eventi in Sala | Commercialista TelematicoNella Gazzetta Ufficiale del 6 novembre 2017, n. 259 è stata pubblicata la Legge 25-10-2017 n. 163, concernente la delega al Governo per il recepimento delle direttive europee e l'attuazione di altri atti dell'Unione europea, c.d. Legge di delegazione europea 2016-2017. Tra le 29 Direttive che l’Esecutivo è chiamato ad attuare nell’ordinamento nazionale, particolare rilevanza assumono – ai fini tributari – specifici provvedimenti in materia di:
  • pratiche di elusione fiscale che incidono direttamente sul funzionamento del mercato interno (direttiva n. 2016/1164 del Consiglio, del 12 luglio 2016 (pubblicata nella GUUE 19 luglio 2016, n. L 193));
  • scambio automatico obbligatorio di informazioni nel settore fiscale (direttiva n. 2016/881 del Consiglio, del 25 maggio 2016 (pubblicata nella GUUE 3 giugno 2016 n. L146), recante modifica della direttiva 2011/16/Ue);
  • accesso da parte delle autorità fiscali alle informazioni in materia di antiriciclaggio (direttiva n. 2016/2258 del Consiglio, del 6 dicembre 2016 (pubblicata nella GUUE 19 luglio 2016, n L 342), che modifica la direttiva 2011/16/Ue).
In particolare, la Direttiva n. 2016/1164 – ritenuto, tra l’altro, che è necessario stabilire norme contro l'erosione della base imponibile nel mercato interno e il trasferimento degli utili al di fuori del mercato interno, nonché ravvisata la necessità, a tale scopo, di specifiche disposizioni in materia di: limiti sulla deducibilità degli interessi, imposizione in uscita, una norma generale antiabuso, norme sulle società controllate estere e norme per contrastare i disallineamenti da ibridi – prevede che:
  • 4: gli oneri finanziari eccedenti[1] sono deducibili nel periodo d'imposta in cui sono sostenuti solo fino al 30 per cento degli utili de