Impugnazione del pignoramento: dubbi sulla competenza tributaria

di Davide Di Giacomo

Pubblicato il 14 novembre 2017

l’atto di impugnazione dell’atto di pignoramento è devoluta alla giurisdizione del giudice tributario quando oggetto del giudizio è la fondatezza del titolo esecutivo relativo a pretese tributarie

Commercialista Telematico | Software fiscali, ebook di approfondimento, formulari e videoconferenze accreditateL’impugnazione dell’atto di pignoramento è devoluta alla giurisdizione del giudice tributario quando oggetto del giudizio sia la fondatezza del titolo esecutivo relativo a pretese tributarie.

Il principio è contenuto nella sent. n. 126/2017 della CTP Rieti da cui emerge che l’opposizione al pignoramento va proposta dinanzi alla Commissione tributaria quando sia eccepita l’omessa o invalida notificazione della cartella di pagamento.

Pignoramento

L'art. 57 del D.P.R. n. 602/73 esclude in materia tributaria: le opposizioni regolate dall'articolo 615 del codice di procedura civile, fatta eccezione per quelle concernenti la pignorabilità dei beni; le opposizioni regolate dall'articolo 617 del codice di procedura civile relative "alla regolarità formale ed alla notificazione del titolo esecutivo".

Da tale dettato normativo il contribuente non potrebbe proporre opposizione ad un pignoramento di natura tributaria per eccepire ad esempio la prescrizione sopravvenuta o l'omessa notifica della cartella di pagamento.

L’atto di pignoramento, non preceduto