Focus sui buoni pasto ai dipendenti

Come noto il datore di lavoro può mettere a disposizione dei suoi dipendenti un servizio mensa o in alternativa riconoscergli un’indennità economica sostitutiva (tale indennità è attribuita sia ai lavoratori a tempo pieno e sia ai lavoratori a tempo parziale), i cosiddeti buoni pasto.

Nota: l’indennità sostitutiva di mensa fa parte della retribuzione erogata al dipendente ed è soggetta, per legge, sia alla contribuzione previdenziale che a quella fiscale.

In materia invece di buoni pasto (tickets) la Legge di Stabilità 2015 (Legge n.190-2014) ha previsto un aumento del limite di esenzione fiscale e previdenziale dei ticket elettronici elargiti ai lavoratori dipendenti (il limite è passato da 5,29 a 7 euro per ciascun buono emesso su base giornaliera).

Nota: il superamento del limite di esenzione comporta l’assoggettamento in busta paga di …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in alto a destra. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it