Compravendite immobiliari: conto corrente dedicato e vincolo di destinazione

Pubblicato il 12 settembre 2017

l'introduzione nelle compravendite immobiliari di un conto corrente dedicato, aperto dal notaio al fine di far transitare con sicurezza il prezzo della compravendita, sta ponendo dubbi sulla gestione delle operazioni: in questo articolo approfondiamo il tema del vincolo di destinanzione

Commercialista_Telematico_Post_1200x628px_Il_Gatto_E_La_VolpeL’art. 1, comma 63, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, come modificato dalla legge 4 agosto 2017, n. 124 (legge per il mercato e sulla concorrenza) prevede che i notai e i pubblici ufficiali siano tenuti ad osservare uno specifico vincolo di destinazione con riferimento ad alcune delle somme ricevute dai clienti.

La disposizione prevede che nei casi previsti dalle lettere a - b del comma 63 i predetti soggetti possano disporre delle somme di cui si tratta solo per gli specifici impieghi per i quali sono state depositate, “mantenendo di ciò idonea documentazione”. Nello specifico si tratta di tutte le somme dovute a titolo di tributi per i quali il notaio sia sostituto