Compravendite immobiliari: conto corrente dedicato e vincolo di destinazione

L’art. 1, comma 63, della legge 27 dicembre 2013, n. 147, come modificato dalla legge 4 agosto 2017, n. 124 (legge per il mercato e sulla concorrenza) prevede che i notai e i pubblici ufficiali siano tenuti ad osservare uno specifico vincolo di destinazione con riferimento ad alcune delle somme ricevute dai clienti.
La disposizione prevede che nei casi previsti dalle lettere a – b del comma 63 i predetti soggetti possano disporre delle somme di cui si tratta solo per gli specifici impieghi per i quali sono state depositate, “mantenendo di ciò idonea documentazione”. Nello specifico si tratta di tutte le somme dovute a titolo di tributi per i quali il notaio sia sostituto o responsabile di imposta, e comunque le spese anticipate di cui all’articolo 15 primo comma numero 3), del D.P.R. n. 633/1972 “in relazione agli atti a repertorio dallo stesso ricevuti o autenticati soggetti a pubblicità immobiliare o commerciale”.
Il vincolo di destinazione deve essere osservato con riferimento ad ogni singolo atto. Ad esempio se il professionista ha ricevuto dal cliente l’imposta di registro relativa ad un atto di compravendita immobiliare, non può utilizzare la provvista così costituita per effettuare il pagamento delle retribuzioni ai lavoratori dipendenti, registrando il medesimo atto con l’imposta di registro relativa ad un secondo atto successivamente ricevuto o rogato. La provvista relativa al primo atto di compravendita potrà essere correttamente utilizzata esclusivamente con riferimento alla registrazione del medesimo atto che ha dato origine alla costituzione della stessa.
I tributi e le anticipazioni devono “transitare” esclusivamente su un apposito conto corrente dedicato diverso da quello utilizzato per la gestione operativa e corrente dello studio. Il notaio dovrà quindi utilizzare almeno due conti correnti: uno dedicato e l’altro libero. Inoltre sarà intestatario di un altro conto corrente utilizzabile per le spese personali e dei …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it